Primo Piano

Matera versione 2018-19 da ricostruzione: chi resta per la nuova stagione? La situazione

Roberto Chito
08.06.2018 22:05

L'esterno offensivo Nicola Strambelli in azione, foto: Emanuele Taccardi

È un Matera praticamente da rifare. A questo, già in queste ore il patron Saverio Columella e il consulente di mercato Simone Spadafora stanno lavorando. Ovviamente, se non si sciolgono le riserve su chi sarà il nuovo allenatore è davvero difficile procedere in tal senso. Sottotraccia, però, il club biancoazzurro non resta a guardare e anche dal punto di vista del mercato, i primi giri d’orizzonte vengono fatti.

Oltre ai nuovi acquisti, poi, bisognerà valutare anche coloro che resteranno in biancoazzurro anche per la prossima stagione. Appunto, chi? Pochi, pochissimi, quasi nessuno. Infatti, pedine come Stendardo, Urso e Strambelli, a breve saranno praticamente svincolati. Non una rescissione consensuale come si vociferava in queste settimane. I tre, infatti, si sono appellati al Collegio Arbitrale, vincendo la causa con il club biancoazzurro. Dunque, la prossima stagione giocheranno altro, non saranno pedine dal quale il Matera potrà ricominciare in vista di una nuova stagione. Una pagina davvero difficile quella di Stendardo, Urso e Strambelli, terminata nella peggior maniera. Soprattutto per l’attaccante, vero e proprio pupillo del patron Columella, nonché dei tifosi biancoazzurri. Una rottura materializzata dopo l’ultimo mercato.

I veri punti fissi sono Stefano Scognamillo e Giacomo Casoli. Difensore e centrocampista, infatti, sono sempre più al centro del progetto biancoazzurro. Sarà così anche per loro? Il primo, in un’intervista rilasciata a La Gazzetta del Mezzogiorno, ha affermato di essere pronto per il ritiro. Pronto, dunque, a cominciare l’ennesima stagione in biancoazzurra. Le offerte, però, non mancheranno. Lui e Casoli, infatti, sono nel mirino del Catanzaro. Proprio l’ex Como potrebbe essere una delle pedine pregiate del prossimo mercato. Oltre ai calabresi, ci potrebbero essere anche offerte dalla Serie B. A questo punto, bisognerà anche valutare la situazione. Con una possibile cessione, il Matera potrebbe monetizzare, invece, si perdere entrambi a parametro zero la prossima stagione.

Dunque, oltre Scognamillo e Casoli, chi ci sarà per la stagione 2018-19? Torneranno dal prestito anche gli attaccanti Corado e Dammacco. I due, probabilmente, saranno valutati dal nuovo allenatore. Il puntero argentino, nelle migliori condizioni potrebbe rendere al meglio. Anche il giovane attaccante, quando è stato chiamato in causa ha sempre mostrato il proprio valore, compresi i sei mesi all’Akragas. Due pedine che potrebbero essere importanti per il Matera che sta per nascere, dalle quali si potrebbe ripartire.

Poi, bisognerà chiarire le situazioni del difensore Buschiazzo e del centrocampista Maimone. Se il Matera li riscatterà, anche loro faranno parte della stagione 2018-19. Anche da questo punto di vista sono in corso valutazioni. Soprattutto per Buschiazzo, il quale ha già diverse offerte. Potrebbe, però, decidere di tornare al Penarol per giocarsi le proprie chance con il neo tecnico Lopez, ex Cagliari. Da capire anche la situazione di Maimone. Il Matera 2018-19, è da costruire: probabilmente del tutto.

Commenti

L'anno dei protagonisti: Maimone, ecco il titolare che non ti aspetti
Serie A, pillole di mercato - Juventus e Roma, i primi colpi. Milan, si lavora per la punta