Tutto Calcio

NAZIONALE - Mancini: "Testa importante sotto tanti aspetti. Formazione? Attacco deciso, solo due i dubbi"

14.11.2019 19:36

Il ct Roberto Mancini, FOTO: FIGC.IT

"Per noi sarà una partita molto importante, questo al di là della classifica. Sarà un bel test per noi, una partita che ci permetterà di migliorarci e che servirà anche ai giovani che scenderanno in campo". Sono le parole di Roberto Mancini, ct dell’Italia sulla sfida che gli azzurri giocheranno domani sera contro la Bosnia Erzegovina. Al netto della classifica, e degli obiettivi delle due squadre, secondo il tecnico marchigiano, il match ha da offrire davvero molto.

SULLA PARTITA: "Affrontiamo una squadra che ha sempre vinto in questo stadio. Il nostro obbiettivo è quello di prolungare la nostra striscia positiva e quindi faremo del nostro meglio. Sono sicuro che sarà una bella partita, vedremo chi vincerà alla fine. Se saranno loro a farcela gli faremo i complimenti, ma dovranno giocare bene per batterci. La Bosnia ha giocatori molto forti dal punto di vista tecnico e sono anche veloci. Hanno giocato qualche partita al 50%, altrimenti forse sarebbero stati la seconda squadra qualificata, ma con noi daranno tutto".

SULLA FORMAZIONE: "Domani è più probabile che giochi Belotti rispetto ad Immobile in attacco. Abbiamo un paio di dubbi ancora legati all’esterno basso di destra ed un centrocampista. Prenderemo le ultime decisioni domattina dopo l’allenamento".

SUL CAMMINO: "Quando siamo partiti avevamo dei dubbi sul nostro girone, eravamo convinti che Bosnia e Finlandia potessero giocarsi la qualificazione. Secondo me la Bosnia è più forte, ma la Finlandia è stata più brava e continua. Sarà una bella partita, loro non hanno nulla da perdere e giocheranno certamente per vincere. Noi dovremo avere lo stesso atteggiamento di sempre".

SU ZANIOLO: "Per quello che serve a noi è un centrocampista, ma adesso gioca in un ruolo un po’ diverso. Ha giocato lì contro il Lussemburgo, ma era un po’ più semplice, è uno dei nostri dubbi. Per giocare in quel ruolo bisogna saper tenere la posizione e trovare soluzioni diverse a quelle di un esterno. Per me può fare entrambi i ruoli, ma a noi serve in una posizione diversa rispetto a quella che occupa alla Roma".

RENDE A MATERA - Slitta la prima al XXI Settembre. L'esordio sarà contro una grande?
NAZIONALE - Bonucci: "Abbiamo una nuova identità rispetto a due anni fa. Ronaldo? Se ne parla a Torino"