Calcio Mercato

Il ritorno del figliol prodigo: Matera, la punta la trovi in casa

Roberto Chito
01.11.2018 17:05

L'attaccante Gianvito Plasmati, foto: Fonte Web

Anche a trentacinque anni si può ripartire. Ha deciso di farlo Gianvito Plasmati che da qualche ora è praticamente un nuovo giocatore del Matera. L’ufficialità dell’operazione l’ha data il presidente Rosario Lamberti che ha messo a compimento il suo primo investimento da numero uno del club biancoazzurro. Da inizio agosto, Plasmati si allenava con il Matera. Da subito si era parlato di un suo tesseramento, poi smentito.

Infatti, l’ex attaccante di Catania, Atalanta e Virtus Lanciano, doveva risolvere una serie di problemi fisici. Era inattivo da poco più di un anno, per questo serviva rimettersi in sesto. E così, Plasmati ha cominciato a lavorare agli ordini di Eduardo Imbimbo, svolgendo una serie di lavoro atletico importante per poter entrare subito in condizione. L’approdo di Gianvito Plasmati in biancoazzurro è stato fortemente voluto dall’avvocato Vitantonio Ripoli che ha subito parlato di scommessa personale. Per i motivi sopra elencati, la punta della Città dei Sassi non poteva essere tesserata. Si è dovuto aspettare l’ok di staff medico e tecnico: Plasmati è pronto a scendere in campo e ieri pomeriggio, il presidente Lamberti prima di andare in conferenza stampa, ha incontrato il giocatore per parlargli e mettere nero su bianco il contratto. Qualche giorno fa, avevamo posto l’interrogativo dell’ultima casella over a disposizione.

Il Matera, infatti, doveva decidere se affidarsi al portiere Baiocco, o all’attaccante Plasmati. Alla fine, per una serie di questioni si è deciso di indirizzare il tutto sulla punta. Si tratta di un giocatore che nel 2008 con la maglia del Catania riuscì a bucare le difese di Inter e Juventus. Un giocatore che di categoria, con un passato anche in Serie A. Il tecnico Imbimbo, è da circa tre mesi che lo ha a disposizione. Se il Matera ha deciso di tesserarlo, vuol dire che sono arrivate delle certezze importanti. Il contributo che potrebbe dare Plasmati alla causa biancoazzurra è sicuramente immane. Si tratta di un attaccante abile nel far salire la squadra, e soprattutto forte nel gioco aereo e fisicamente.

Dopo essere cresciuto calcisticamente nel settore giovanile del Matera, quasi diciannove anni dopo, Gianvito Plasmati indosserà la maglia dei biancoazzurri. Per una serie di questioni burocratiche, l’attaccante non sarà a disposizione per il match di Trapani. Contro la Viterbese, invece, potrebbe far parte dei convocati. Da ieri però, Plasmati è un giocatore dei biancoazzurri: una freccia in più per Imbimbo per poter costruire una salvezza difficile ma non impossibile.

Commenti

Matera-Baiocco, matrimonio che non si è fatto: ecco i motivi
Trapani, verso il Matera - Italiano ha qualche dubbio a centrocampo e in attacco: in tanti spingono per una maglia ma c'è una certezza. Le ultime