Calcio Mercato

Una settimana al gong del calciomercato: Matera, cos'altro serve? Il punto della situazione

Roberto Chito
18.08.2018 20:16

Il ds Volume e l'allenatore Imbimbo, foto: Emanuele Taccardi

Imbimbo era stato abbastanza chiaro: "Con la società siamo arrivati alla decisione di arricchire la squadra con elementi di qualità. Non è una questione di un ruolo ma dobbiamo fare un salto di qualità". La missione, dunque, in questa settimana è ufficialmente partita. Il Matera cerca pedine per poter arricchire una rosa composta da tanti giovani, alcune scommesse e pedine in cerca di rilancio. Dove servono queste pedine? Facciamo il punto.

In porta, dopo la staffetta fra Ioime e Giordano, il reparto è praticamente a posto. Insieme all’ex Gragnano, in organico ci sono anche Farroni e Mascagni. Chi sarà il titolare? Questo lo deciderà Imbimbo, ma non è escluso che la scelta possa ricadere su uno dei due portieri under. In difesa, probabilmente servirà un altro innesto. Quantomeno dal punto di vista numero. Al momento sono cinque le pedine. Imbimbo, gradirebbe due giocatori per ruolo. Magari, un altro difensore under potrebbe arrivare. Al momento, insieme a Stendardo le cui condizioni fisiche sono tutte da valutare, ci sono anche l’esperto Risaliti e tanti giovani. A cominciare da Dinielli, di cui se ne parla un gran bene. Stesso discorso possiamo fare per Arpino e Sgambati, alla prima assoluta nel calcio professionistico.

A centrocampo, la situazione è abbastanza chiara. Quantomeno dal punto di vista numerico, Imbimbo può contare su sei pedine. Però, il corteggiamento per Bangu va in un’altra direzione: il Matera cerca esperienza, da parte di giocatori che in Serie C ci hanno giocato. Vanno benissimo Galdean e Garufi, mentre si punta sul riscatto di Ricci che dopo diverse stagioni incolore si vuole riprendere. Occasione importante anche per Corso, Lorefice e Hysaj. Giovani ed esordienti. Per questo, qualche certezza in più, soprattutto in vista di una stagione davvero difficile non sarebbe male. Con Bangu, il reparto sarebbe a posto, anche se il mercato ci ha abituato a grandi colpi di scena.

Sugli esterni, invece, la situazione è pressochè chiusa. A destra ci sono Triarico e Milizia, mentre a sinistra Sepe e Genovese con Casiello che può giocare in entrambe le posizioni ma che rappresenta una scommessa dopo l’avventura al team Altamura, in Serie D. Sugli esterni, invece, Imbimbo può contare su giocatori esperti. Triarico e Sepe, in queste stagioni hanno sempre disputato tornei di terza serie e dimostrato di essere abbastanza in palla in quelle posizioni. I ricambi sono giovani, ma è anche giusto così. Non possono avere troppe prime scelte, soprattutto con un budget limitato.

Anche per quanto riguarda l’attacco la situazione sembra essere chiusa. Si aspetta di capire quali potrebbero essere le condizioni di Gianvito Plasmati, per decidere se occupare con lui l’ultima casella di over libera, o se far ricadere questa scelta su altri. Nonostante ciò, il pacchetto offensivo a disposizione di Imbimbo è pressochè delineato. Scaringella si fa ad aggiungere a Orlando e Corado, con baby Dellino e Dammacco che hanno dimostrato il proprio valore, in grado di poter dire la loro quando saranno chiamati in causa.

    

LA ROSA ATTUALE

PORTIERI: Farroni, Mascagni, Giordano.

DIFENSORI: Stendardo, Risaliti, Arpino, Dinielli, Sgambati.

CENTROCAMPISTI: Galdean, Garufi, Corso, Lorefice, Ricci, Hysaj, Triarico, Milizia, Casiello, Sepe, Genovese.

ATTACCANTI: Corado, Orlando, Scaringella, Dammacco, Dellino.

Commenti

Il nuovo programma del Matera: dopo il rinvio, si continua a lavorare
Gli anticipi: Serie A, riparte la corsa. Juventus e Napoli ok, ma con quanta fatica