Sala Stampa

Colucci: "Serve vicinanza al club e alla squadra. Ieri grande delusione"

Roberto Chito
18.12.2018 17:10

Il direttore generale Michele Colucci, foto: TuttoMatera.com

"Dobbiamo comprendere che non sempre si può lottare per le prime posizioni. Ci sono delle annate in cui bisogna soffrire, lottando per mantenere la categoria. Ecco, questa è una di quelle. Tutto questo, mi fa capire che in questa città siamo abituati davvero male". Non le manda a dire il direttore generale Michele Colucci, davvero amareggiato ieri sera.

Il braccio destro del presidente Rosario Lamberti, materano doc, esprime un concetto davvero chiaro: "Gradirei più vicinanza da parte del pubblico materano verso squadra e società. Solamente in questo modo cominciamo a dimostrare di avere una certa cultura calcistica che purtroppo ci manca. Non me ne vogliano i tifosi materano ma gradirei una maggior presenza allo stadio. In questo modo non potrò più tollerare gente che si lamenta che manca questo o quel giocatore. Loro, però, allo stadio non ci sono. Infatti, in diretta tv, e lo dico da materano, mi ha fatto davvero molto male vedere uno stadio semideserto. Piuttosto che stare sempre a criticare, questo è il momento di stringersi attorno a questo club".

Infatti, il XXI Settembre-Franco Salerno, ieri sera era semideserto. E da questo punto di vista, il direttore Michele Colucci, conclude: "Quest’anno, il campionato che dobbiamo fare è quello di cercare di mantenere questa categoria. Poi, termina questa stagione si apriranno altri scenari. Però, non dobbiamo abbandonare la squadra. Per questo, bisogna essere più presenti. Non possiamo spaventarci del freddo o della pioggia. Non possono essere questi fattori a fermare la vicinanza verso la squadra".

Commenti

Girone C, problemi per due società: luce in fondo al tunnel ancora lontana? Rischio penalizzazione dopo le ultime scadenze. La situazione
Serie A, il posticipo del lunedì - Al Dall'Ara vincono paura e noia: Bologna-Milan termina senza reti. Piccoli passi per entrambi