News

Mancini: "La Nazionale a Matera". Caro mister, la realtà è un'altra

Roberto Chito
19.06.2018 22:45

Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, foto: TuttoMatera.com

"Nel 2019 dovremmo venire a Matera per giocare una partita. Chiederò a Michele Uva di fare in modo che questa cosa si possa concretizzare". Evidentemente, Roberto Mancini dopo essere venuto per la prima volta a Matera, non vede l’ora di ritornare. E vorrebbe farlo con la sua Nazionale, per disputare una partita nella Città dei Sassi, cinque anni dopo l’arrivo dell’Under 21.

Tutto bello, una bellissima idea. Sì, tutto a parole. Ma nei fatti? Non per la difficoltà nell’organizzare il tutto. No, perché il problema non è questo. Infatti, è un altro. Probabilmente, Roberto Mancini non sa che il XXI Settembre-Franco Salerno di oggi, fatica ad avere anche la licenza per la Serie C, figuriamoci se riesca ad ospitare una partita della Nazionale, che sia amichevole o meno. Insomma, il problema è sempre lo stesso ed è abbastanza scontato: lo stadio cittadino, così com’è non potrebbe mai accogliere Roberto Mancini e la sua Nazionale. E da qui, c’è uno spunto in più: visto che per cultura si intende anche il calcio, perché non lavorare seriamente da questo punto di vista?

C’è una squadra cittadina che ha chiesto degli aiuti per poter allargare la base societaria e da anni non fa che sottolineare il fatto che il XXI Settembre è troppo vecchio per i tempi che corrono, e soprattutto per la mancanza di strutture che per la dimensione attuale che ha oggi Matera, è impossibile non essere andati avanti. Con queste condizioni, vedere la Nazionale nella Città dei Sassi è impossibile. La palla, per questi due aspetti passa al sindaco de Ruggieri. E intanto, Mancini deve accontentarsi di tornare da turista.

Commenti

Mancini e Bertolini lo dicono in coro: "Matera, quanto sei bella"
Diario Mondiale - Quante delusioni: anche Polonia e Colombia ko. E la Russia se la ride