L'Intervista

ESCLUSIVA - Gaudiano: "Campionato, il perchè del rinvio. Ottimo approccio in Lega"

Roberto Chito
22.08.2018 20:00

Il dirigente Claudio Gaudiano, foto: Federico Longo

"Tutto sommato, quello fra la nuova società del Matera Calcio e la Lega Pro è stato un approccio positivo. Stessa cosa, però, non possiamo dire per lo stesso organo che non se la sta passando bene visti i numerosi problemi. Infatti, è stata presa la decisione di rinviare ulteriormente i campionati". A parlare è il dirigente dei biancoazzurri Claudio Gaudiano che quest’oggi era presente alla riunione della Lega Pro in quel di Roma. E il dirigente della società biancoazzurra, a TuttoMatera.com ha fatto il punto della situazione su quanto è successo.

L’inizio della Serie C è slittato ulteriormente: avere condiviso questa decisione?

"È stata condivisa questa all’unanimità questa scelta da parte della Lega Pro. Non ci sono state particolari problematiche. Le uniche società che hanno avuto qualche tentennamento sono state quelle del nord per capire se dovevano essere dislocate a nord-est o a nord-ovest. Infatti, questo per loro diventata anche un po’ logisticamente difficile".

E per quanto riguarda le possibili avversarie che andranno a formare il Girone del Matera, non è trapelato nulla?

"La novità che è venuta fuori è che il Girone C, quest’anno alzerà un po’ la sua asticella. Nonostante non siano stati comunicati nemmeno i Gironi, abbiamo appreso che il Matera dovrebbe affrontare anche squadre del centro. Dunque, rispetto alle scorse stagioni si sale ulteriormente dal punto di vista geografico. Però, quali squadre saranno inserite nel nostro Girone non sono state comunicate ma dovremmo aumentare come chilometraggio".

Che aria tirava fra le varie società visto il nuovo rinvio?

"Erano concordi nel rinviare l’inizio del campionato. Alla fine, la decisione che è venuta fuori è stata quella che è meglio partire con delle certezze, piuttosto che partire fra una settimana, per poi sette giorni dopo andare a rifare Gironi e calendari. Il problema è che tutte le società avevano fatto un piano di lavoro a luglio. Adesso non si sapeva se continuare a forzare la preparazione o rallentarla. Alla fine, però, tutti sono stati concordi nel partire con delle certezze".

Commenti

Gravina: "Fatte due richieste alla Figc. Campionati? Una decisione obbligata"
E intanto il Matera continua ad allenarsi: squadra pronta per il test amichevole?