Primo Piano

Matera, parte il vero torneo: chance da non fallire per la salvezza

Roberto Chito
24.11.2018 09:45

Una fase di Potenza-Matera, foto: Fonte Web

È vero, la sfida contro il Siracusa vale più delle altre due che i biancoazzurri hanno affrontato. Perché il primo scontro diretto per la salvezza, successivo l’aver azzerato la penalizzazione. In questa rincorsa continua, il Matera è chiamato a fare punti per cercare di ridurre il gap dalle dirette concorrenti. Non sbagliare gli scontri diretti è il primo obiettivo per poter cominciare la rincorsa.

Come arriva il Matera? Forse, in questo momento, i biancoazzurri si trovano nel loro momento migliore in stagione. I quattro punti contro Viterbese e Potenza hanno fatto sì che l’undici allenato da Imbimbo ha trovato quella svolta che era attesa da tempo. Le ultime due partite hanno consegnato un Matera diverso rispetto ad inizio campionato. Una squadra più matura, più dotata al sacrificio e alla sofferenza. Perché in questo momento servono punti, e bisogna conquistarli anche essendo un po’ più brutti del solito. Con l’azzeramento della penalizzazione, il vero campionato del Matera comincia con questo importantissimo scontro diretto per l’obiettivo salvezza. E per cominciare la scalata, non c’è occasione migliore.

Come arriva il Siracusa? La vittoria ottenuta sul Bisceglie ha ridato quella linfa che negli ultimi tempi era un po’ mancata. Però, il momento non sembra essere dei migliori. La formazione siciliana, infatti, arriva in quel di Matera con una rosa rimaneggiata, e soprattutto contata. Per il neo tecnico Michele Pazienza, in attesa di altri innesti dal mercato degli svincolati, in queste ultime settimane bisognerà fare di necessità virtù. Il Siracusa, ha un buon margine sulla zona rossa, ma in questo campionato ricco di colpi di scena non ci vuole molto ad essere risucchiati.

Che partita sarà? I punti sono fondamentali: da una parte e dall’altra. Il Matera, però, di fronte sembra avere la chance migliore: ottenere i tre punti oggi, vorrebbe dire da un altro messaggio importante alle dirette concorrenti. Anche perché, questo Siracusa ha la coperta un po’ corta. Occhio però, a sottovalutare i siciliani che comunque finora sono riusciti a fare ben undici punti. Partita che non sarà bella ma il Matera ha una chance da sfruttare. E non può sbagliare.

  

COSÍ IN CAMPO?

Stadio: XXI Settembre-Franco Salerno, ore 14.30

MATERA (4-4-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Sepe, Triarico, Bangu, Garufi, Ricci, Orlando, Corado. A disposizione: Guarnone, Sgambati, El Hilali, Galdean, Lorefice, Grieco, Milizia, Genovese, Casiello, Scaringella, Dammacco, Plasmati. Allenatore: Eduardo Imbimbo.

SIRACUSA (4-3-3): Messina, Daffara, Turati, Di Sabatino, Bruno, Mustracciolo, Tuninetti, Ott Vale, Catania, Vazquez, Celeste. A disposizione: Gomis, Boncaldo, Del Col, Gio. Fricano, Fruci, Rizzo, Russini. Allenatore: Michele Pazienza.

ARBITRO: Federico Fontani di Siena.

PRIMO ASSISTENTE: Dario Gregorio di Bari.

SECONDO ASSISTENTE: Andrea Nasti di Napoli.

Commenti

Girone C, verso la tredicesima giornata - In due cercano per la prima mini fuga: le altre non possono sbagliare. Punti importanti anche per la salvezza. Il programma
Matera, dal modulo agli uomini: i dubbi di Imbimbo. Siracusa, coperta corta: per Pazienza un dubbio