Primo Piano

Onore a voi ragazzi: il Matera difeso dai baby a Rieti. Oltre il risultato per un'altra grande chance

Roberto Chito
30.12.2018 11:23

La formazione dei biancoazzurri, foto: Sandro Veglia

Un’altra vetrina importante per loro. Con l’obiettivo di uscire ancora una volta fra gli applausi del pubblico. A questi ragazzi, non si può chiedere davvero niente. L’unica cosa è quella di onorare la maglia, per poter salvare la faccia ed evitare il tre a zero a tavolino e il punto di penalizzazione. Della polemica fra squadra e società, meglio non parlarne.

Molto meglio dar spazio a questi ragazzi che per la seconda volta, scendono in campo. Nel ritiro di ieri, da ieri sera, i tecnici Franco Danza e Vito Chimenti stanno preparando al meglio la sfida. Sì, perché c’è anche l’ex difensore del Matera, riuscito a partire con la squadra dopo aver risolto i suoi problemi personali. A bordo campo ci sarà la grinta dell’ex capitano e la fantasia dell’attaccante. A due vecchi cuori biancoazzurri si affida il Matera per cercare di limitare ancora una volta i danni. Di fronte, però, c’è sempre una squadra professionistica che ha bisogno di fare punti importanti per rincorrere la salvezza. Sarebbe lo stesso obiettivo del Matera, ma oggi è davvero difficile poter analizzare la situazione e la partita in toto. I biancoazzurri, si presenteranno ancora una volta con una rappresentativa che è il giusto mix fra ragazzi della Berretti e dell’Under 17.

Il ds Piergiuseppe Sapio, da mercoledì sera ha fatto il massimo per poter chiamare all’ordine altri giocatori. È riuscito a trovarne altri tre. Rispetto a mercoledì, il Matera potrebbe anche cambiare modulo: dal 4-5-1 si potrebbe passare anche ad un 5-3-2, in modo da imbrigliare il Rieti al meglio, cercando di limitare i danni. È una partita già scritta ma i biancoazzurri hanno voglia di fare un’ottima partita per strappare gli applausi convinti del pubblico. Alla volta del Lazio, il Matera si è presentato con dodici ragazzi nati nel 2002, quattro del 2001 e due del 2000. Danza, nello scacchiere tattico potrebbe modificare qualcosa per dare più compattezza alla propria squadra.

In casa Rieti, invece, Cheu ha chiesto massima concentrazioni ai suoi. Infatti, per la squadra favorita, data già per vincitrice alla vigilia, queste sono le partite più difficili. Lo abbiamo visto anche mercoledì. La Reggina, ci ha impiegato ben 36 minuti per poter perforare per la prima volta la porta difesa da Fortunato. Una partita che stava per mettersi sui binari storti. E si sa, ogni qual volta non si riesce a far gol subito, il rischio di far diventare il lavoro più complicato è davvero tanto. Rieti che ha la grande occasione per poter allungare sulla zona salvezza. Per il Matera, invece, da domani bisogna cominciare a parlare del futuro.

    

COSÍ IN CAMPO?

Stadio: Manilo Scopigno, ore 16.30

RIETI (4-3-2-1): Costa, Delli Carri, Gualtieri, Gigli, Dodo, Criscuolo, Konate, Palma, Cericola, Vasilieou, Todorov. A disposizione: Chastre, Pepe, Bardini, Migliaccio, Venancio, Maistro, Demostheounas, Tommasone, Di Domenicantonio, Gondo. Allenatore: Cheu.

MATERA (4-5-1): Fortunato, Fiore, D’Andria, Ripanto, Simonte, Mascioli, Papa, Sarcinella, Basta, De Marco, Ahmetaj. A disposizione: Marcangelo, Monticchio, Felle, Gorghini, Telesca, Creanza, Colasurdo. Allenatore: Danza.

ARBITRO: Claudio Pannettella di Bari.

PRIMO ASSISTENTE: Davide Stringini di Avezzano.

SECONDO ASSISTENTE: Mattia Bartolomucci di Ciampino.

Commenti

Girone C, verso la ventesima giornata - Si riparte dall'inizio: Per le big vietato sbagliare. Corsa play off: diversi big match in vista. Rieti, grande chance per la salvezza. Il programma
DIRETTA GIRONE C - Segui il livescore in diretta su TuttoMatera.com della ventesima giornata di campionato