Verso Euro 2020: Italia, ora non puoi sbagliare: occhio alle insidie

Roberto Chito
21.03.2019 18:55

Il trofeo dell'europeo, foto: Fonte Web

Ci siamo. Dopo l’avventura in Nations League, conclusa al secondo posto, dopo aver scongiurato la retrocessione, l’Italia comincia il cammino per Euro 2020. La qualificazione, in nessun modo può mancare. Ad aiutare la squadra di Mancini, poi, anche un Girone davvero abbordabile con Grecia, Finlandia e Bosnia Erzegovina che rappresentano le vere insidie che comunque non possono spaventare gli azzurri.

Sabato si parte, si comincia a fare sul serio. L’Italia, a questo appuntamento arriva abbastanza rodata. Dopo gli strascichi del post Ventura, seguito dall’interregno di Di Biagio, ci ha pensato Roberto Mancini a rimettere le cose a posto, dando nuova linfa ad un gruppo che aveva bisogno di giovani per lanciare un progetto a più ampio respiro: non solo orientato verso Euro 2020, ma anche, e soprattutto, per il mondiale in Qatar del 2022. Una squadra formata da giovani esplosi nell’ultimo periodo che hanno davvero mostrato ottime qualità. E la notizia migliore è che altri ne usciranno ancora. Un lavoro tattico, con il 4-3-3 che sembra calzare a pennello per questa Italia che inevitabilmente è la favorita del Girone J. Dunque, il primo posto è quasi un obbligo ottenerlo: soprattutto in un gruppo così abbordabile.

Infatti, solamente la Bosnia Erzegovina potrebbe insidiare la leadership degli azzurri. Gli scandinavi, possono contare su Dzeko e Pjanic per tornare ad una manifestazione importante. E il resto? Bisogna stare davvero attenti alle sorprese. Infatti, la prima edizione di Nations League ha messo in scena una Finlandia niente male, arrivata prima nel proprio Girone e pronta a mettere il bastone fra le ruote ad Italia, con la quale farà il proprio battesimo, e Bosnia Erzegovina. L'altra outsider potrebbe essere la Grecia. I trionfatori di Euro 2004, però, stanno attraversando un periodo davvero terribile che dura da troppo tempo.

Infine, ci sono le due cenerentole Liechtenstein e Armenia lotteranno per evitare l’ultimo posto in classifica, partecipando ad un proprio campionato a parte, cercando di togliere più punti possibili alle outsider Finlandia e Grecia che lotteranno con Italia e Bosnia Erzegovina per la qualificazione. Avversari, Liechtenstein e Armenia che sono davvero poca cosa. Ma per gli azzurri, l’obiettivo è solamente uno: il primo posto.

   

IL CALENDARIO

Prima Giornata: 23 marzo 2019

Bosnia-Armenia

Italia-Finlandia

Liechtenstein-Grecia

  

Seconda Giornata: 26 marzo 2019

Armenia-Finlandia

Bosnia-Grecia

Italia-Liechtenstein

  

Terza Giornata: 8 giugno 2019

Armenia-Liechtenstein

Finlandia-Bosnia

Grecia-Italia

  

Quarta Giornata: 11 giugno 2019

Grecia-Armenia

Italia-Bosnia

Liechtenstein-Finlandia

  

Quinta Giornata: 5 settembre 2019

Armenia-Italia

Bosnia-Liechtenstein

Finlandia-Grecia

  

Sesta Giornata: 8 settembre 2019

Armenia-Bosnia

Finlandia-Italia

Grecia-Liechtenstein

  

Settima Giornata: 12 ottobre 2019

Bosnia-Finlandia

Italia-Grecia

Liechtenstein-Armenia

  

Ottava Giornata: 15 ottobre 2019

Finlandia-Armenia

Grecia-Bosnia

Liechtenstein-Italia

  

Nona Giornata: 15 novembre 2019

Armenia-Grecia

Finlandia-Liechtenstein

Bosnia-Italia

   

Decima Giornata: 18 novembre 2019

Grecia-Finlandia

Italia-Armenia

Liechtenstein-Bosnia

Pagnese, si presenta Erra: "Situazione delicata ma dobbiamo fare il massimo"
Nazionale, niente da fare per Chiesa: torna a casa. E un terzino tiene in apprensione Mancini che prova nuove soluzioni. Le ultime