Sala Stampa

Imbimbo: "Rotto le scatole di perdere così: basta errori, ora la svolta. Salvezza? Ecco cosa penso"

Roberto Chito
04.12.2018 20:21

Il tecnico Eduardo Imbimbo in conferenza stampa, foto: TuttoMatera.com

"Stiamo giocando tre partite in una. Lavoriamo per fare risultati. E la società, oltre a risolvere i problemi lasciati dalle gestioni precedenti, insieme a me sta lavorando per poter intervenire sul mercato. In questo modo sono convinto che ci possiamo davvero salvare". È il messaggio del tecnico Eduardo Imbimbo alla ripresa degli allenamenti nella consueta conferenza stampa di inizio settimana.

L’allenatore dei biancoazzurri, analizza gli errori che hanno portato il Matera al secondo ko consecutivo: "Partiamo da un concetto ben preciso: quella di Monopoli era la classica partita dove bisognava fare risultato. Non è piaciuto aver visto in qualcuno degli errori che non voglio assolutamente rivedere. Adesso mi sono davvero rotto le scatole di questa situazione. Chi vorrà seguirmi dovrà evitare di commettere certi errori. Perché sul piano dell’impegno e delle prestazioni non mi posso assolutamente lamentare. Questo è un gruppo eccellente. Però mi dà fastidio perdere le partite in questo modo. Questo lo dico da qualche settimana. Bisogna recuperare quel qualcosa che permette alla squadra di avere continuità. I riferisco al collettivo e non al singolo. Oggi mi ritrovo con una classifica diversa da quella che doveva essere. Abbiamo almeno 8 punti in meno. Per questo sono incavolato nero".

Sul fatto che qualche giocatore non sia stato all’altezza, Imbimbo precisa: "Non è questa la motivazione. Chi ha giocato ha dato il giusto contributo, ma è scontato che deve darmi di più. Perché se siamo lì sotto in classifica, significa che sei una squadra che deve uscire delle risorse in più in questo momento per cercare di venirne fuori. Quando si scendere in campo, non lo si fa per giocare una partitina ed accontentarsi del pareggio ma bisogna fare il massimo. E a Monopoli, la partita era chiusa tatticamente. Come lo erano tante altre giocate in precedenza. L’errore del gol? Quella palla non doveva filtrare. Poi, c’è stato un errore di valutazione. Siamo a fine girone d’andata e sono incavolato perché non si possono perdere le partite in questo modo".

Un messaggio da girare allo spogliatoio: "Il gruppo è fantastico ma serve qualcosa per trovare la maturità. Mi ha dato più fastidio perdere le partite contro Catania e Monopoli rispetto alle cinque consecutive di inizio stagione. Bisogna saper soffrire l’avversario. È lì che devo pretendere qualcosa in più. Non sempre si può fare la prestazione bella brillante ma si può comunque portare a casa il risultato. Per questo, nel momento in cui la partita è chiusa, non si possono commettere certi errori. Se bisogna vincere le battaglie per arrivare a vincere la guerra, bisogna lottare fino all’ultimo secondo di ogni partita".

Sul deferimento arrivato ieri, Imbimbo glissa: "Guai se percepisco qualcosa all’interno del gruppo. Di queste cose non ne voglio sentir parlare. Ho giurato ai tifosi che avrei fatto di tutto per non far ricadere sulla squadra alcune vicende extra calcistiche. La società, lotterà insieme a noi per poter risolvere i problemi che ci sono. Ci possono togliere altri punti ma noi dobbiamo pensare al campo. Il gruppo deve dare di più. E in questo modo sono convinto che ci possiamo salvare".

Commenti

Novità in vista? Due under in prova. Un portiere saluta, e Turi?
Rende, ecco la nuova insidia sul cammino del Matera: da scontro diretto a partita testa-coda. Da Trocini a Modesto, cos'è cambiato? L'analisi