Basket

OLIMPIA MATERA - Vittoria da sballo: sfatato il tabu esterno con una grande prova. La cronaca

Roberto Chito
16.11.2019 22:10

L'esultanza dell'Olimpia Matera, FOTO: ROBERTO LINZALONE

Non poteva arrivare nella maniera migliore la prima vittoria in trasferta. L’Olimpia Matera, trascinato da un super Antrops, autore di ben ventidue punti, la spunta per 82-56 contro Ruvo. Terza vittoria consecutiva per i biancoazzurri che in questo modo danno un altro segnale di continuità, sfatando il tabu esterno. La squadra di Origlio sorride, grazie ad un super secondo quarto che ribalta Ruvo e mette la pratica in discesa per i biancoazzurri che portano a casa i due punti.

Parte molto meglio Ruvo che si porta subito in vantaggio. Il Matera insegue, tenuto in partita dai punti realizzati da Dip. La tripla di Antrops, poi, a metà tempo porta i biancoazzurri a meno uno. Ruvo, non demorde e allunga ancora. Matera risponde con Antrops che firma il 12-12. Partita giocata punto su punto, tranne nel finale quando i padroni di casa trovano in Laquintana il valore aggiunto e firmano il 21-15 a fine primo quarto. Origlio scuote subito i suoi e la reazione è da urlo. Perché Matera si porta subito a meno due, poi è Panzini a firmare il 21-21. Da quel momento comincia un’altra partita. Panzini e Smorto portano i biancoazzurri sul più quattro ma in cinque minuti il parziale di 12-0 porta Matera addirittura sul 27-21.

È il colpo che mette in discesa il match per i biancoazzurri e segna il colpo del ko per Ruvo. Anche perché, il secondo quarto viene dominato dai materani che con un parziale di 30-6, trascinato dai colpi di Antrops e Dip che ribaltano la partita, vanno a riposo sul 45-27, mantenendo diciotto punti di vantaggio sui padroni di casa. Matera che dimostra di aver imparato la lezione di Nardò e anche nel terzo quarto tiene in mano una partita semplicemente da gestire. Ruvo risponde colpo su colpo, dimostrando di essere stato scosso da coach Patella negli spogliatoi.

La squadra di Origlio, però, ha avuto il merito di aver messo il match sui binari giusti nel secondo quarto. E il 61-43 del terzo quarto, con un altro più diciotto è la conferma della vittoria in pugno. Nell’ultimo quarto, Matera è inarrestabile: i biancoazzurri, in avvio piazzano un 8-0 che li portano addirittura sul più ventisei. Match che ha lo stesso canovaccio e scivola via.

Matera che nel finale deve fare a meno anche di Buono, fuori per cinque falli. Ruvo ha una piccola reazione nel finale, quando il picco del vantaggio biancoazzurro supera anche i trenta punti. Alla fine, saranno ventisei i punti di vantaggio per l’82-56 finale che regala a Matera la prima vittoria esterna del suo campionato.

    

IL TABELLINO

RUVO-MATERA 56-82

PARZIALI: 21-15, 6-30, 16-16, 13-21.

RUVO: Laquintana 20, Bonfiglio 6, Ochoa 3, Bertocco 3, Bini 14, Di Salvia 2, Ippedico 1, Barnaba 7. Non entrati: Poli e Eremita. Coach: Patella.

MATERA: Dip 14, Buono 4, Smorto 12, Antrops 22, Panzini 14, Staffieri 7, Battaglia 7, Antonaci 2, Mancini 0, Centroducati 0. Coach: Origlio.

NOTE: Tiri da due punti: 14 su 35 per Ruvo e 24 su 41 per Matera. Tiri da tre punti: 3 su 12 per Ruvo e 9 su 25 per Matera. Tiri liberi: 19 su 24 per Ruvo e 7 su 18 per Matera. Assist: 4 totali di cui 2 di Bertocco e Ochoa per Ruvo e 9 totali di cui 3 per Panzini per Matera. Rimbalzi: 28 totali (23 difensivi e 5 offensivi) di cui 7 di Bertocco e Barnaba per Ruvo e 41 totali (27 difensivi e 14 offensivi) di cui 12 di Panzini per Matera. Falli Ruvo: 20 fatti e 24 subiti. Falli Matera: 24 fatti e 20 subiti: Uscito per cinque falli: Buono per Matera.

CITTÀ DEI SASSI - Domani di scena a Viggianello. Angelino: "Sarà un'altra battaglia"
SERIE B BASKET - Palestrina e Matera corsare negli anticipi. Ok Corato e Pozzuoli. I risultati