Basket

OLIMPIA MATERA - Origlio: "Bravi a soffrire: avevo chiesto di badare alla sostanza. Il momento? Ancora tanto da migliorare"

Redazione TuttoMatera.com
23.12.2019 13:10

Il coach Agostino Origlio, FOTO: ROBERTO LINZALONE-OLIMPIAMATERA.IT

"Con tutta onestà avevo chiesto alla squadra durante la settimana di pensare più al risultato che alla qualità della vittoria. Questo per una serie di aspetti che stanno condizionando questo nostro scorcio di stagione, a partire dal fatto di giocare in trasferta, per di più contro una squadra che ha bisogno necessariamente di vincere più partite possibile per uscire da una situazione di classifica difficile e senza pressioni". Esordisce così, Agostino Origlio, coach dell’Olimpia Matera nell’analizzare la vittoria che i suoi hanno conquistato ieri sera ad Avellino.

SULLE DIFFICOLTÁ: "Prima di una sosta di campionato e in una situazione complicata per noi dal punto di vista fisico, che da alcune settimane ci vede gestire acciacchi più o meno gravi, non è assolutamente facile".

SULLA PARTITA: "In campo, potevamo giocare meglio in entrambi i lati del campo, nella prima parte abbiamo concesso ai nostri avversari molti punti facili ed in attacco ci siamo fermati. Nella seconda parte, alzando il ritmo in difesa, siamo riusciti a scrollarci di dosso cattivi pensieri e con una ritrovata fiducia abbiamo fatto nostra una partita che sicuramente sul piano del gioco non abbiamo intrapreso in modo adeguato".

SULLA PROVA: "Merito comunque alla squadra che ha saputo soffrire e portare a casa l’ottava vittoria consecutiva e soprattutto il più quattro in media inglese che vale il secondo posto".

SUL MOMENTO: "Adesso ci tuffiamo in questa pausa contenti di quello che abbiamo costruito in questi due mesi, con la consapevolezza che come squadra dobbiamo continuare a lavorare per migliorare aspetti che in questa seconda parte di stagione si rileveranno fondamentali".

ESCLUSIVA - Ferrullo: "Il bello viene proprio adesso. Bilancio? Abbiamo dei numeri impressionanti"
SASSI MATERA - Santorufo: "Avevo mollato, ma con D'Amico e Angelino si riparte"