IL RECUPERO - Fischi per il Catania, e la Viterbese fa il colpaccio al Massimino: decide Tsonev. La cronaca

Redazione TuttoMatera.com
03.04.2019 16:42

L'esultanza della Viterbese, foto: Fonte Web

Al Catania restano solamente i fischi. Sonori, dopo la seconda sconfitta consecutiva. Perchè nel recupero della nona giornata, è ancora la Viterbese a far sua la partita. Vittoria importante per l'undici di Antonio Calabro che grazie a questo prezioso successo, si regala tre punti che la indirizzano in zona play off. Un successo meritato per la Viterbese che ha saputo ben gestire il vantaggio, e soprattutto andare davvero vicini alla rete del raddoppio.

I gialloblu, dopo un inizio di partita equilibrata, poco dopo la mezzora riescono a trovare la rete che apre la partita. Ci pensa Tsonev a calciare una punizione angolata, la cui palla aggira la difesa e beffa Pisseri. Il Catania non reagisce e i toscani sfiorano il raddoppio. E' ancora Tsonev il regista: palla per Bismark al limite dell'area, si accentra e ci prova con un destro rasoterra: Pisseri c'è. Nella ripresa, gli etnei ci provano con Marotta e Lodi: prima è attento Forte, poi la conclusione non spaventa. Il Catania, però, non riesce a sfondare. Di contro, la Viterbese gestisce bene e sfiora diverse volte il raddoppio.

Al 36' Pacilli salta Aya, entra in area, mette a sedere Pisseri e calcia a porta vuota: il miracolo lo compie Silvestri che salva sulla linea. A dar coraggio al finale di partita del Catania è anche il fatto che la Viterbese resta in dieci per via del rosso a Coda. E nonostante ciò, i toscani sfiorano il raddoppio: destro ravvicinato di Molinaro e miracolo di Pisseri che tiene in vita i suoi. Ma il risultato non cambia, e per il Catania ci sono solo fischi.

PLAY OUT, SI CAMBIA - La Lega Pro stravolge tutto: per la salvezza è una vera rivoluzione ma scoppia il caos
CORSA SALVEZZA - Nuovi scenari nel Girone C: Paganese spacciata. Corsa a tre per evitare lo spareggio