Primo Piano

Matera, l'Aic entra a gamba tesa: "Una situazione inaccettabile. Questa la possibile conseguenza"

Roberto Chito
20.12.2018 18:47

La squadra del Matera, foto: Sandro Veglia

"L’Aic e i calciatori professionisti attualmente tesserati per il Matera Calcio, denunciano la propria inaccettabile e insostenibile condizione lavorativa. I calciatori ancor oggi non hanno ricevuto il pagamento delle mensilità di settembre, ottobre e novembre 2018". Comincia così, il comunicato stampa diffuso in questi minuti dall’Aic che denuncia la situazione che si sta vivendo in casa biancoazzurra.

Il comunicato che è stato diffuso è davvero pesante ed entra a gamba tesa sulla società di Rosario Lamberti. Infatti, la nota, continua: "Parimenti non risultano corrisposte le ritenute Irpef e i contributi previdenziali sin dallo scorso mese di settembre 2018 e, alla data odierna, la società non ha ancora proceduto a sostituire l’inidonea garanzia prestata all’iscrizione al campionato in corso, che dovrebbe garantire il pagamento delle retribuzioni dei calciatori. Appare evidente, pertanto, come la società versi oggi in una situazione di grave incertezza economica, aggravata dalla presenza di ingenti debiti retributivi nei confronti dei calciatori tesserati la scorsa stagione sportiva, lasciando poche speranze sulla possibilità di proseguire il campionato fino al termine della stagione sportiva".

Poi, arriva una denuncia da parte dei giocatori in questo momento non stanno vivendo un periodo particolare felice: "Fino ad oggi l’intera rosa della prima squadra ha continuato ad allenarsi con impegno e spirito di sacrificio, per rispetto verso la città e verso i tifosi, dando fiducia a una società il cui gruppo dirigenziale si è insediato da poco tempo. Siamo alle porte del Natale, le difficoltà ora evidenziate stanno pregiudicando anche la serenità familiare di molti calciatori e rendono impossibile lo svolgimento dell’attività lavorativa in modo dignitoso e consono alla categoria".

La nota, poi, conclude: "Per tali motivi l’Aic e i calciatori professionisti tesserati con il Matera Calcio, dichiarano lo stato di agitazione e preannunciano sin d’ora lo sciopero per la giornata di mercoledì 26 dicembre 2018, auspicando che la società, posto il preavviso di sciopero, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute per tutte le mensilità ad oggi maturate entro lunedì 24 dicembre 2018, in modo così da evitare l’esercizio del diritto di sciopero".

Commenti

Girone C, finalmente le decisioni: deciso il numero delle retrocessioni. In attesa dell'ufficialità, ecco il meccanismo
Matera, si profila un Natale da incubo? Ecco le uniche vittime