L'Intervista

Corso: "Ecco che Matera sta nascendo. Obiettivo? Solo uno"

Roberto Chito
13.08.2018 17:45

Il centrocampista Davide Corso, foto: Giorgia Cannella-MateraCalcio.it

"Matera è una piazza importante. Se sono qui devo ringraziare il ds Volume che mi ha dato la grande chance di tornare in un campionato importante come la Serie C. Per questa il sì al biancoazzurro è stato abbastanza facile". Davide Corso, dal ritiro di San Gregorio Magno, a TuttoMatera.com spiega i motivi che lo hanno indotto a dire sì al Matera. Una scelta importante quella del centrocampista ex Reggina, Palmese, Taranto e Olympia Agnonese nell’ultima stagione. Ora il biancoazzurro, per il ritorno in Serie C a sei anni dall’ultimo volta.

È una grande chance per la sua carriera?

"Sicuramente. Direi finalmente sono tornato in Serie C. Ho fatto questa categoria diversi anni fa. Purtroppo il calcio di questi tempi è un po’ strano e posso dire che dopi tanto tempo sono davvero felice di essere tornato in Serie C. Per questo devo ringraziare società, ds e mister che mi hanno dato questa grande occasione".

Il Matera è a San Gregorio Magno: come sta andando questo ritiro?

"Molto bene. Lavoriamo molto bene in questi giorni. Ovviamente si fatica perché abbiamo da recuperare tutto il tempo perso. Siamo partiti in ritardo, per questo dobbiamo accelerare i tempi".

Che Matera sta nascendo in queste settimane?

"Un buon Matera devo dire. Soprattutto composto da ragazzi che hanno voglia di dare sempre il massimo. Per questo posso dire che siamo un gruppo unito. Poi, quasi tutti veniamo dalla Serie D, per questo, per noi si tratta di un’occasione importante che dobbiamo sfruttare al massimo".

In Coppa Italia, un po’ a sorpresa l’abbiamo vista nel trio di difesa. Il suo curriculum, invece, ci dice che è un centrocampista. Ci fa capire meglio qual è la sua posizione in modo da non andare più in confusione?

"Sono un centrocampista centrale che solitamente gioca davanti alla difesa. Questa è stata la posizione che ho ricoperto negli ultimi anni. Però, ho anche fatto il difensore centrale. Dunque, non vi sorprendete se altre volte mi vedrete giocare in quella posizione. Io, nonostante tutto, sono a disposizione del mister e la posizione in campo non è un problema. Giocherà dove vorrà lui".

A proposito di mister Imbimbo, cosa ci può dire?

"Parliamo di un allenatore molto preparato che sta lavorando benissimo in queste prime settimane. Sta lavorando molto bene sull’aspetto tattico durante la partita. Inoltre, fa capire molto bene a tutti i movimenti da fare in campo. Poi, ovviamente, tocca a noi giocatori mettere il tutto all’opera in campo".

In vista del campionato, quale sarà l’obiettivo del Matera?

"Dare il massimo sempre e in tutte le partite. Ovviamente dobbiamo cercare di fare il meglio possibile per la Città, società, tifosi e anche per noi stessi. Cominciamo il campionato e vediamo cosa succede. Proprio per questo preferirei non parlare di obiettivi. Noi siamo consapevoli che dobbiamo dare sempre il massimo in ogni partita".

Commenti

UFFICIALE - Matera, colpo per l'attacco: altra punta per Imbimbo
D'Antonio: "Matera, ecco su cosa si lavora. I carichi? La situazione"