Gli Azzurri

Azzurri a caccia del bis: vietato sbagliare al Tardini. Mancini pronto a stravolgere la squadra. Le ultime

Roberto Chito
26.03.2019 14:15

Una fase di Italia-Finlandia, foto: Figc.it

Caccia al bis. L’Italia non può fallire nemmeno questa sera. Di fronte, al Tardini di Parma, gli azzurri se la vedranno contro il Liechtenstein. Avversario abbordabile e battuto già nelle qualificazioni al mondiale 2018. Meglio però, non ricordare questi ultimi avvenimenti ma guardare avanti, ad un europeo che aspetta gli azzurri pronti a giocarsi le proprie carte dopo anni difficili contro le big.

Questa sera, il ct Roberto Mancini ha in mente diversi cambi. Potremmo chiamarla una mini rivoluzione, visto che molti che hanno sfidato la Finlandia saranno in panchina. In questo senso, il tecnico di Jesi vorrebbe dare una chance a chi finora si è visto meno, dandogli considerazione in vista delle sfide contro Grecia e Bosnia Erzegovina di giugno, fondamentali per il primo posto. Anche perché, molti dei giovani saranno prestati all’Under 21 di Di Biagio che in questo modo potrà giocarsi le chance di vittoria nell’europeo che si giocherà in casa a giugno. Proprio per questo, Mancini potrebbe confermare poche pedine che sono scese in campo contro la Finlandia: Bonucci in difesa, Verratti e Barella in mezzo al campo e Kean in attacco. Il resto, è tutto in discussione. A cominciare da Donnarumma. Quest’ultimo, infatti, potrebbe lasciar spazio a Sirigu. In difesa, nelle ultime ore, prende largo il nome di Mancini che potrebbe giocare come terzino destro.

Questo, per permettere a Spinazzola di andare a giocare sulla sinistra per dare un turno di riposo a Biraghi. In mezzo alla difesa, con Bonucci dovrebbe esserci Romagnoli, in modo da ricomporre quella coppia che per qualche mese ha diretto il Milan di Gattuso. In mezzo al campo, i punti fissi cono Verratti e Barella. Anche se nelle ultime ore si vocifera della possibilità di vedere Bernardeschi mezzala: chissà chi dei due andrà a fargli posto. Non dovrebbe esserci Jorginho, al suo posto pronto Sensi. In avanti, invece, con Kean dovrebbero esserci Politano e Quagliarella. Quest’ultimo, contro la Finlandia ha sfiorato due gol e questa sera contro il Liechtenstein cercherà gol importanti per poter lanciare questa Italia verso l’europeo.

Anche perché, questa sera è in programma Bosnia Erzegovina-Grecia. In ogni caso, l’Italia porterà a casa punti su una della due concorrenti per la qualificazione, oppure su entrambe in caso di un pareggio. Il tutto, prima di affrontarle a giugno, dove il discorso qualificazione potrà essere messo sul binario giusto. Prima però, bisognerà affrontare questo Liechtenstein. Avversario abbordabilissimo ma che deve essere affrontato con le giuste pinze per poter terminare questi dieci giorni nel migliore dei modi.

   

PROBABILI FORMAZIONI

Stadio: Tardini di Parma, ore 20.45

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, Spinazzola, Bonucci, Romagnoli, Biraghi, Barella, Sensi, Verratti, Kean, Quagliarella, Politano. A disposizione: Sirigu, Cragno, Chiellini, Izzo, Mancini, Cristante, Jorginho, Zaniolo, Bernardeschi, Grifo, Immobile, Lasagna, Pavoletti. Allenatore: Mancini.

LIECHTENSTEIN (4-1-4-1): B. Buchel, Rechsteiner, Goppel, Kaufmann, Wolfinger, Weiser, Salanovic, M. Buchel, Polverino, Hasler, Gubser. A disposizione: Hobi, Majer, Brandle, Eberle, Hofer, Malin, Rechsteiner, Kuhne, Meier, Ospelt, Sele, Erne, Frick, Salanovic. Allenatore: Kolviosson.

ARBITRO: Levnikov (Russia).

ASSISTENTI: Mosyakin (Russia) e Vorontsov (Russia).

UFFICIALE - Casertana, ecco la svolta: via il tandem Di Costanzo-Esposito. Dentro un ex Serie B: questa sarà la sua principale missione
Checchi: "Ora viene il bello. Un traguardo ben preciso per l'Olimpia"