Primo Piano

Matera, parte un mini ciclo prima del riposo: la missione da compiere

Roberto Chito
09.02.2018 22:09

I biancoazzurri in gruppo, foto: Nino Russo

Cinque partite per poter arrivare al turno di riposo di metà marzo nelle migliori condizioni possibili. È questa la missione del Matera che dall’11 febbraio all’11 marzo dovrà affrontare cinque impegni importanti per il proprio campionato. L’obiettivo è la qualificazione ai play off, e su questo non dovrebbero esserci problemi. Solo che agli spareggi promozione, il Matera ci vuole arrivare nelle prime cinque.

MISSIONE DA COMPIERE – Cinque partite per poter cercare di recuperare punti importanti e soprattutto cominciare a ritornare alla vittoria. Dalla Paganese al Lecce: tutte avversarie insidiose per un motivo o per un altro. Per il Matera, soprattutto quello delle ultime occasioni, non sarà una missione facile. Invece, quel Matera che tutti conosciamo e tutti siamo abituati ad apprezzare, potrebbe essere un’occasione importante per svoltare. Anche perché sono stati diversi gli alti e i bassi in questa annata. Ora, è arrivato il momento di trovare un trend costante, e di andare in crescendo in questa fase finale della stagione. Una missione da compiere per un Matera che deve ritrovarsi, soprattutto a livello di gioco. Tanti potrebbero essere gli avversari scomodi, quelli che i biancoazzurri soffrono. Soprattutto quelle formazioni che giocano arroccate dietro, con l’obiettivo di strappare il classico punticino. Quel tipo di formazioni, il Matera le soffre. Ma non dev’essere una giustificazione, ma un incitamento a trovare una ricetta adeguata per poter superare il problema.

LE CINQUE RIVALI – Dall’11 febbraio all’11 marzo per poter arrivare alla sosta di metà marzo nel migliore dei modi. Avversarie tutte diverse. Le trasferte di Pagani e Fondi, quantomeno sulla carta sembrano essere le sfide de più facili. Però, per i campi dove si andrà a giocare, queste sono le più insidiose ed ostiche. E il Matera, soprattutto questi campi gli ha sofferti e non poco. Possiamo paragonarli a quelli di Sicula Leonzio, Monopoli, Bisceglie e Rende, tutte partite nelle quali i biancoazzurri hanno conquistato ben zero punti. Dunque, una svolta anche in queste senso è lecito aspettarsela. In mezzo, poi, c’è la sfida contro il Siracusa, che arriva nel momento centrale di questo mini ciclo. Una delle avversarie per posizioni importanti per quanto riguarda le posizioni play off. Mini ciclo che si concluderà con la sfida a Lecce. Giallorossi che in quel momento saranno lanciatissimi, ma il Matera dovrà cercare di riscattare la doppia sconfitta di squadra stagione. Anche se prima, ci sarà il Catanzaro dei tanti ex, per un altro scontro diretto importante in chiave play off.

ALL’ANDATA – In questo mini ciclo, nel match d’andata, i biancoazzurri conquistarono la bellezza di ben dodici punti. Serie che si interruppe con la sfida contro il Lecce, per via dell’eurogol di Mancosu. E prima di quella striscia di quattro vittorie consecutive, il record di successi consecutivi in stagione per i biancoazzurri, si proveniva da un momento davvero negativo. All’andata, il Matera aver conquistato un punto in mese: cinque, rispetto ai sei di oggi. Una striscia da ripetere per mettere in cascina punti importanti in vista del finale di stagione. Anche perché, ai biancoazzurri il turno di riposo capita nel punto centrale del campionato. All’andata le cose sono andate benissimo. Il Matera, a questo punto, spera di ripetersi anche al ritorno, anche perché il quarto posto dista solo due punti, in una lotta serratissima dove c’è un traffico incredibile.

Commenti

Fra ritorni e recuperi, l'undici anti Paganese è quasi fatto. Le ultime
Girone C, l'anticipo: Il Bisceglie spaventa, ma il Lecce non si ferma