Sala Stampa

Ripoli: "Le cose sono andate così. Il futuro? Questo il mio desiderio"

Roberto Chito
30.07.2018 18:35

L'avvocato Vitantonio Ripoli, foto: Emanuele Taccardi

"Oggi, il contratto sottoscritto fra Saverio Columella e Rosario Lamberti si è definitivamente concluso. Gli adempimenti di chi doveva acquistare il club non sono stati rispettati come era stato sottoscritto al momento del contratto preliminare". È Vitantonio Ripoli, ad annunciare il fallimento della trattativa fra Saverio Columella e Rosario Lamberti, dopo la mancata sottoscrizione del contratto.

I FATTI – Ripoli, spiega come sono andate le cose: "Il 18 luglio è stato sottoscritto un contratto preliminare di vendita del pacchetto azionario del Matera Calcio da Columella e Lamberti. L’accordo, prevedeva un prezzo complessivo e una data d’esecuzione, oltre ad una caparra e versamenti vari da pagare a settembre e dicembre, più un saldo entro il 18 luglio 2019. Con la sottoscrizione del preliminare di vendita, il mio compito era finito. Però, sono stato interpellato per l’atto finale: mi hanno invitato ad assistere al passaggio delle quote che si sarebbe dovuto svolgere in uno studio notarile di Bari. E ovviamente, sono andato all’appuntamento di venerdì mattina. Al mio arrivo, però, ho vito che De Simone e Columella parlavano, con il primo che aveva chiesto il rinvio del pagamento al secondo. Siamo andati dal notaio per spiegare tutto, e ognuno è andato a casa sua. Il pomeriggio, gli acquirenti sono venuti nel mio studio per chiedermi di proporre a Columella altre tempistiche di pagamento. Nonostante il mio impegno era finito, mi sono armato di pazienza e ho avanzato a Columella le loro richieste".

L’INCONTRO – E così, Ripoli ha incontrato Columella: "Ieri sera mi ha contattato e ci siamo incontrati fuori Matera. Mi ha comunicato che se entro la giornata di oggi non sarebbe arrivato il pagamento, avrebbe considerato il contratto risolto. E così, ancora una volta ho alzato il telefono e comunicato il tutto a De Simone. Alle 8.30 di questa mattina, mi ha chiamato Lamberti dicendomi che loro sarebbero rimasti sui loro passi. Adesso non posso far altro che considerare il contratto concluso. L’operazione era davvero importante. Quando ci si siede ad un tavolo e si stipula un contratto non si può considerare l’operazione non seria. Anche perché, prima di stipularlo, le due partite si sono parlate e hanno discusso. Non so cosa sia successo: probabilmente, agli occhi di Columella la credibilità di questa gente è venuta meno".

QUALE FUTURO? – Il tempo corre, e le incertezze aumentano: "Ho appreso dai mezzi di informazione l’esistenza di queste presunte trattative. Columella, ieri sera non mi ha detto nulla a tal proposito. Adesso, non so se realmente ci sono queste trattative con altri soggetti. Da tifoso e professionalmente parlando, devo dire che sono stati dieci giorni davvero terribili. Ai tifosi posso dire che era stato stipulato un contratto e che non è stato rispettato. La speranza? Vedere al più presto in campo il Matera, soprattutto in maniera dignitosa".

Commenti

Columella-Lamberti, gli ultimi scenari. Matera, altro passaggio in arrivo?
Coppa Italia, ci mancava anche questa: Matera, ora che si fa?