Tutto Calcio

NAZIONALE - Sensi subito chiaro: "Due gli obiettivi da raggiungere. Concorrenza? Aiuta avere compagni di grande qualità"

Redazione TuttoMatera.com
03.09.2019 23:35

Il centrocampista Stefano Sensi, FOTO: FIGC.IT

"Saranno sfide difficili contro Armenia e Finlandia perché loro sono più avanti fisicamente e perché giocano in casa. Non dobbiamo sottovalutare gli avversari, nel calcio può succedere di tutto. Con concentrazione e cattiveria possiamo fare cose importanti". Sono le parole di Stefano Sensi che dal ritiro di Coverciano dice la sua in vista delle prossime sfide che gli azzurri affronteranno in vista di Euro 2020. Il giovane centrocampista dell’Inter, poi guarda al reparto: "Avere accanto giocatori tecnici come Jorginho e Verratti aiuta. A Sassuolo ho giocato regista, all'Inter gioco mezzala, posso giocare dove serve. Il ruolo che prediligo? Regista. Ma nel calcio moderno ci si scambia spesso i ruoli durante la partita. Con Conte all'Inter mi sto trovando molto bene a fare la mezzala". Oltre Jorginho e Verratti, è concorrenza anche con Barella. Un po’ come accade anche nell’Inter, lo stesso scenario è in azzurro: "Io e Nicolò siamo grandi amici. E' chiaro che avendo lo stesso ruolo siamo rivali ma è una rivalità buona, nessuno deve essere scontento di non giocare perché il bene della squadra è primario". In chiusura, Stefano Sensi parla degli obiettivi da rincorrere in questa stagione che è appena cominciata: "Lavoriamo nell'Inter per vincere lo scudetto e nell'Italia per vincere l'europeo".

NAZIONALE - Ancora defezioni per gli azzurri: un attaccante lascia Coverciano. E Mancini corre subito ai ripari
SERIE D - Girone H, il punto di Dellisanti: "Il ko delle big può provocare subito delle incertezze. Il Taranto? Ecco come la penso"