Primo Piano

Auteri: "Matera, ecco cosa serve adesso. Nel ritorno un altro calcio"

Roberto Chito
07.04.2018 15:15

Il tecnico dei biancoazzurri Gaetano Auteri, foto: Emanuele Taccardi

"Il nostro obiettivo è sempre quello di fare bene. Quello che accade fuori dal campo ci deve interessare poco. Noi dobbiamo pensare esclusivamente alle partite da giocare. Partita dopo partita dobbiamo metterci sempre il massimo, con voglia di soffrire e senso di appartenenza. Tutto questo, però, lo possiamo fare attraverso un atteggiamento maturo e soprattutto responsabile". È l’introduzione del tecnico Gaetano Auteri a questo finale di stagione del suo Matera. Cinque partite al termine di campionato e per i biancoazzurri è arrivato il momento di trarre il massimo. A cominciare dal match contro il Rende: "Ovviamente, in ogni partita bisogna provare a trarre il massimo. E domani affrontiamo una squadra che finora ha fatto benissimo. Il Rende, infatti, pian piano ha acquisito questi meriti sul campo. Possiamo tranquillamente parlare di un avversario tosto e difficile da affrontare. Però, arrivare a questo punto finale della stagione, dove ogni squadra deve raggiungere il proprio obiettivo, ci si deve basare soprattutto sugli aspetti del gioco. Dico sempre che non esistono verità di classifica. Conta soprattutto l’atteggiamento e l’attenzione tattica. Per questo, in Italia diventa sempre difficile vincere campionati e raggiungere gli obiettivi". Anche perché in questo momento della stagione, e soprattutto della seconda fase del campionato, dal giro di boa in poi le cose sono diverse. E lo dice anche il tecnico Auteri: "Nel girone di ritorno, soprattutto in Italia, si gioca un altro tipo di calcio. Per questo motivo, le cinque partite che ci mancano per arrivare al finale di campionato sono tutte equilibrate, toste ed intense. Il Matera, però, sta bene. Ogni tanto c’è un po’ di dispersione ma dovuto soprattutto al fatto, che di volta in volta, a livello tattico possiamo cambiare qualcosa". Da qui, Auteri, trova lo spunto per poter ritornare sulla trasferta di Trapani, dicendo: "Contro una squadra che ha realizzato tante reti e ha una media punti davvero altissima, la squadra ha fatto bene. Sicuramente, in alcuni momenti della partita ci è mancata anche un po’ di cattiveria. Abbiamo avuto anche poca intensità, ma può essere sicuramente dovuto al primo caldo. Però, a Trapani non abbiamo perso perché l’avversario ci ha surclassato in campo". Da diverso tempo poi, in casa biancoazzurra bisogna fare la conta con le defezioni. E su questo, Auteri fa il punto della situazione: "Dalla prossima settimana avremo a disposizione anche Mattera e Golubovic che sono sulla via del recupero pieno. Purtroppo, in difesa abbiamo recuperato Scognamillo ma perso Buschiazzo. Per il resto, la situazione è sempre la stessa. Dugandzic? È ancora fermo alla botta subita alla caviglia contro il Bisceglie".

Commenti

Probabile formazione - Matera, undici rebus: tante le soluzioni
Aspettando la prima volta: Cedric, possibile esordio con sorpresa