Primo Piano

Procura Federale: Matera, arriva un'altra brutta notizia. Il motivo

Roberto Chito
21.12.2018 20:43

La sede della Figc, foto: Fonte Web

Mentre il presidente Rosario Lamberti parlava con stampa e tifosi, la Covisoc collezionava un altro regalo di Natale al Matera. Infatti, è arrivato un nuovo deferimento per la società biancoazzurra, giusto per aggiungerne uno in più alla lunga lista di questi ultimi mesi. In meno di due settimane, infatti, si tratta del secondo dispositivo a firma della Procura Federale al club biancoazzurro.

In totale sono sei i punti in esame. Il primo parla della mancata documentazione e comunicazione degli stipendi di maggio e giugno entro il 16 ottobre. Il secondo punto, parla dei mancati pagamenti degli stipendi a Corado, Bifulco e Iannini entro il 16 ottobre. Il terzo, invece, parla del mancato pagamento delle ritenute Irpef di maggio e giugno 2018. Il quarto punto, analizza il mancato pagamento dei compensi del mese di giugno 2018 ad altre figure professionali. Il quinto, invece, parla del mancato pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps di luglio e agosto 2018. Il sesto punto, parla del mancato pagamento degli stipendi di giugno 2018 ai lavoratori e collaboratori addetti al settore sportivo e mancato pagamento a cinque giocatori: Giovinco, Urso, Strambelli, Angelo e Stendardo.

Oltre al Matera, è stato deferito anche Rosario Lamberti in qualità di amministratore unico e legale rappresentante del club. Da quanto dichiarato dall’avvocato Salvatore Napolitano, il problema di quest’ultimo deferimento è la perduranza di assenza di documentazione inerente a maggio e giugno. Ovviamente, il rischio non può che essere quello di una nuova penalizzazione. Molto però, dipenderà dall’udienza del 18 gennaio sul precedente deferimento. Dunque, in casa Matera, c’è l’ennesimo incubo di un altro meno in classifica.

Commenti

Lamberti: "Matera, la mia missione è una adesso. I calciatori? Nulla da dire: situazione chiara"
Berretti, verso l'undicesima giornata - Matera, questa è un'occasione da non fallire: l'undici di Danza chiamato a chiudere bene l'andata. Le ultime