Primo Piano

Semaforo giallo dalla Covisoc: ora il Matera deve aspettare ancora

Roberto Chito
13.07.2018 11:05

La sede del Matera Calcio, foto: TuttoMatera.com

Sorpresa. Il semaforo del Matera verso la Serie C è giallo. La Covisoc stoppa i biancoazzurri che devono ancora completare l’iter burocratico per essere dentro al prossimo campionato di terza serie. Dopo aver pagato gli stipendi e provveduto alla fidejussione, adesso il patron Saverio Columella deve anche versare i contributi Inps e le ritenute Irpef per far sì che il club biancoazzurro sia ai nastri di parte del prossimo torneo.

Sembrava essere tutto pronto, invece è arrivata la notizia che nessuno si sarebbe mai immaginato. Da premettere che la situazione del Matera non è così grave rispetto a tante altre. Ovviamente, non si può stigmatizzare un versamento da 450 mila euro che deve essere versato entro la giornata di lunedì, con una simile formalità. Il problema esiste, e sicuramente esisteva già da diverso tempo. Questo spiega il motivo per il quale il treno biancoazzurro non era ancora partito in direzione della stagione 2018-19. Ovviamente, da "Casa Matera" non trapela niente: solo tanto silenzio, tanto per cambiare. Una situazione che deve essere sistemata in queste ore per non perdere il calci professionistico.

Sembrata tutto pronto per la nuova stagione, invece bisogna aggirare un altro ostacolo. Saverio Columella, è chiamato a sistemare le cose in queste ore. Il patron biancoazzurro, dopo gli scorsi adempimenti, adesso è costretto ad adempiere ad un altro che permetterebbe al Matera di essere presente ai nastri di partenza del prossimo campionato. Lo scorso 30 giugno, i biancoazzurri, presso gli uffici della Lega Pro, avevano presentato una documentazione incompleta che deve essere completata nelle prossime ore con il versamento di contributi Inps e di ritenute Irpef.

Entro lunedì, Saverio Columella è chiamato a rispettare questa scadenza. La speranza è che per una volta per tutte si possa chiudere questa pagina che ormai va avanti da febbraio, da quando scoppiò la grana stipendi. Da allora, le questioni extra calcistiche hanno preso il sopravvento su quelle del campo. E come se non bastasse, anche al 13 luglio bisogna continuare a parlare di adempimenti vari per far sì che il Matera possa essere ai nastri di partenza del prossimo torneo.

Commenti

Buongiorno Mercato - Catania, primi fuochi d'artificio. Catanzaro, tre gli obiettivi principali. Vibonese, un sogno per l'attacco
L'indiscrezione - Matera, novità sull'iscrizione: arrivano i primi segnali