Primo Piano

Probabile formazione - Matera, col dubbio modulo verso il Siracusa

Roberto Chito
23.11.2018 17:00

Il centrocampista Garufi in azione, foto: Sandro Veglia

Dovrebbe essere confermato il 4-4-2. Anche se non si può sottovalutare il ritorno al 3-5-2. Eduardo Imbimbo, però, sa bene come schierare in campo il suo Matera nel delicato scontro diretto per la salvezza. Un match ben più importante di quelli affrontati contro Viterbese e Potenza, perché i punti contano davvero tanto. A livello, tattico bisognerà capire che Matera sarà.

La strada del 4-4-2 intrapresa da Potenza ha dato i giusti frutti. Dunque, lo stesso undici dovrebbe essere riproposto anche contro il Siracusa. Queste dovrebbero essere le intenzioni di Imbimbo, pronto a confermare Auriletto a fianco a Stendardo in difesa. Esperimento di Risaliti terzino destro riuscito settimana scorsa, per questo dovrebbe esserci ancora lui. Come anche Sepe sulla corsia sinistra. In mezzo al campo, il problema da risolvere è rappresentato dalla squalifica di Corso. Chi al suo posto? Sicuramente, Bangu sarà confermato. Grieco si gioca le sue chance con El Hilali, Lorefice e anche Galdean, ma alla fine dovrebbe spuntarla Garufi.

Anche in caso di centrocampo a tre. Sulle corsie esterne, l’inamovibile Triarico a destra, mentre a sinistra ancora Ricci, anche se non si tratta della posizione più congeniale alle sule caratteristiche. In attacco poi, il dubbio è sempre lo stesso: Plasmati dall’inizio, o a partita in corso? In questo momento, a far coppia con Orlando, sembra essere più favorito Corado ma le prossime ore, da questo punto di vista dovrebbero sciogliere tutti i dubbi.

   

PROBABILE FORMAZIONE

Matera (4-4-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Sepe, Triarico, Bangu, Garufi, Ricci, Orlando, Corado.

A disposizione: Guarnone, Sgambati, El Hilali, Galdean, Lorefice, Grieco, Milizia, Genovese, Casiello, Scaringella, Dammacco, Plasmati.

Allenatore: Eduardo Imbimbo.

Commenti

Sepe: "Matera, avanti così adesso. Il ruolo? Mi adatto, va bene tutto"
Imbimbo: "Matera, parte la rincorsa: no errori. Scattato qualcosa ora"