Mondo Calcio

Nazionale, ripartenza azzurro: fra dubbi e certezze, Mancini disegna la nuova Italia

Redazione TuttoMatera.com
07.06.2018 09:05

Il neo ct Roberto Mancini, foto: Figc.it

La ripresa è lunga, ma c’è comunque futuro. Il lavoro di Roberto Mancini però è ancora nella sua fase iniziale. E non poteva essere altrimenti. Tutti i problemi non possono essere spazzati da tre partite, dove la sua Italia ha comunque fatto vedere cose positive. In vista della Nations League, gli azzurri sono pronti? Sembra di no.

Mancini, contro Arabia Saudita, Francia e Olanda ha alternato moduli e uomini. Sicuramente, avrà annotato le cose buone e quelle meno buone. Come avrà annotato quelle pedine che hanno dato risposte e quelle che hanno toppato. Il tutto in vista di settembre, quando bisognerà fare necessariamente sul serio. Contro Polonia e Portogallo, gli azzurri hanno l’obiettivo di dare un primo segnale positivo al mondo azzurro che è ancora in costruzione.

Le certezze, però, sembrano essere tutte in avanti. Balotelli è stato ritrovato e Chiesa è sempre più in fase di assoluta esplosione. O con il 4-3-3 o con il 4-2-3-1 il progetto è segnato: necessariamente la difesa a quattro, con possibilità di poter cambiare a piacimento l’attacco, considerato che ci sono diversi uomini duttili, pronti a dare il proprio contributo. Ovviamente non basta, la ricostruzione è lunga.

    

L’ITALIA DI MANCINI: LE OPZIONI

PRIMA SOLUZIONE (4-3-3): Donnarumma, Florenzi, Bonucchi, Chiellini, Criscito, Pellegrini, Jorginho, Verratti, Chiesa, Balotelli, Insigne.

SECONDA SOLUZIONE (4-2-3-1): Donnarumma, Florenzi, Bonucci, Chiellini, Criscito, Verratti, Gagliardini, Bernardeschi, Pellegrini, Chiesa, Balotelli.

Commenti

Serie B, l'andata delle semifinali play off: Tutto ancora aperto nelle due sfide
Real Madrid, parte il post Zidane: mancano le alternative, un tecnico italiano in pole?