Sala Stampa

Stendardo: "Matera, ecco perchè resto. Questa grande piazza"

Roberto Chito
25.09.2018 19:00

Il difensore Mariano Stendardo in conferenza stampa, foto: TuttoMatera.com

"Ho deciso di restare a Matera, rinnovando anche il mio contratto. Questa è la dimostrazione che sto in una piazza importante. Non ho mai mancato di rispetto ai colori biancoazzurri. Forse, sul mio conto sono state dette cose non vere ma non voglio guardare indietro. Penso al presente". A parlare è Mariano Stendardo, difensore oltre che capitano della squadra biancoazzurra che dà un annuncio davvero importante.

Il centrale napoletano resterà ancora in maglia biancoazzurra. L’annuncio è arrivato in conferenza stampa, nella quale Stendardo anche manifestato tutta la sua felicità per il ritorno in campo: "Sapete tutti ciò che è accaduto l’anno scorso. Non mi va di parlarne. Sono contentissimo di essere tornato in campo perché con il Matera mi sono sempre comportato in maniera professionale. Se poi qualcuno ha gestino male la situazione, questa non è mia responsabilità. Da parte mia c’è entusiasmo e la voglia di dare il mio contributo al club. Ringrazio il presidente Andrisani che tanti sacrifici sta facendo. E sono sicuro che con impegno e umiltà ci toglieremo tante soddisfazioni".

Stendardo è il più esperto nel pacchetto difensivo, affiancato da tanti giovani: "Essendo capitano di questa squadra è normale avere delle responsabilità. Sarà mia bravura gestire i momenti positivi e negativi al meglio. Il giovane può reagire in maniera sbagliata rispetto ad un esperto. Per questo, io e i giocatori con più esperienza dobbiamo essere bravi nella gestione. Quale difesa? È uguale. Negli ultimi anni ho giocato a tre, ma anche a quattro non ho problemi. Alla fine toccherà a mister decidere come giocare".

Non si può non ritornare alla partita contro il Rieti. Su questo, Stendardo afferma: "Non credo che dopo l’ottima partita disputata contro il Rieti, a Lentini, dopo il ko, siamo diventati brocchi tutti una volta. Abbiamo commesso degli errori, senno non avremmo perso per tre a zero. Non abbiamo avuto il giusto approccio. Magari abbiamo un po’ sottovalutato il match anche se di fronte c’era una squadra di un certo livello".

Commenti

Girone C, il match delle 14.30 - Siracusa, primo sorriso: bel tris alla Paganese
Matera, altra grande vittoria al Tfn: rigettati i ricordi di cinque ex