L'Intervista

Tragni: "Matera, c'è solo una possibilità: questo il nostro progetto"

Roberto Chito
26.02.2019 19:26

L'assessore allo sport Giuseppe Tragni, foto: TuttoMatera.com

"La richiesta di un incontro da parte dei tifosi è arrivata sulla nostra scrivania. Insieme al sindaco, in questo momento stiamo cercando di trovare una data per mettere in agenda questo appuntamento. Illustreremo tutte le attività che l’amministrazione comunale può mettere in atto per far ripartire il calcio". Sono le parole di Giuseppe Tragni, assessore allo sport del Comune di Matera.

Intervisto questo pomeriggio dall’emittente Le Cronache Lucane Tv, Tragni torna sull’argomento del calcio biancoazzurro e sembra avere un’idea chiara su come far ripartire il calcio nella Città dei Sassi: "L’unica azione che possiamo fare è quella di presentare la disponibilità a ricevere delle manifestazioni di interesse per poter far ripartire il calcio a Matera. Ovviamente, si parla di un’iniziativa che è aperta a tutti: imprenditori locali e non, società di calcio e tanto altro. Credo che questa sia l’unica strada per poter avere dei progetti strutturati e soprattutto ampi. Infatti, tramite la manifestazione d’interesse, ci sarà l’apposita commissione che valuterà e successivamente deciderà la soluzione migliore, e soprattutto quella più duratura".

La prima manifestazione d’interesse è arrivata dall’imprenditore Benedetto. E Tragni, conclude: "Con lui non ho avuto nessun incontro. Ho semplicemente letto tramite la stampa del suo interessamento. Mi fa piace dal punto di vista sportivo e come cittadino materano. Avrà anche lui la possibilità di partecipare a questa manifestazione d’interesse che essendo aperta a tutti, darà l’occasione giusta per poter creare il progetto giusto per far ripartire il calcio a Matera. Questa volta è l’occasione giusta per poter manifestare la propria volontà".

Commenti

Catania, parla l'ex Sottil: "Ho le mie colpe. Ecco cosa ci ha penalizzato"
Dalle manifestazioni d'interesse al nuovo titolo: Matera, ecco come funziona la procedura