Primo Piano

La partita - Nessuna impresa al Provinciale, è ancora ko: biancoazzurri sempre più ultimi

Roberto Chito
03.11.2018 16:45

L'esterno di centrocampo Antonio Sepe, foto: Sandro Veglia

Era un’impresa quasi impossibile alla vigilia. Il bolide di Taugourdeau complica ulteriormente le cose. Il Matera, però, tranne per due occasioni non punge mai, essendo a corto di idee. A Trapani arriva il sesto ko del campionato dei biancoazzurri che nonostante il buon primo tempo, nella ripresa non riescono nemmeno a portare un punto a casa. I granata, riescono a far loro la partita riaprendo vecchi interrogativi per i biancoazzurri.

Nel primo tempo, la partita è sostanzialmente equilibrata. Il Matera limita al meglio il Trapani e sulla sinistra, con Genovese prova a creare qualche grattacapo. L’equilibrio, però, si rompe all’11’ con una perla di Taugourdeau che da circa venticinque metri lascia partire un perfetto bolide che si stampa all’angolino, non lasciando nessuno scampo a Farroni. I biancoazzurri non accusano il colpo e non demordono. La formazione di Imbimbo, si fa vedere in due occasioni spaventando i siciliani. Prima al 22’ quando da rimessa laterale, Orlando trova Ricci che ci prova: palla che si stampa sull’esterno della rete. Poi, alla mezzora, quando un ottimo lancio pesca Ricci che dal limite ci prova: Dini, in un’uscita compie una prodezza salva risultato. Il Trapani si affida esclusivamente alle giocate, e cinque minuti dopo può raddoppiare. Taugourdeau pesca Evacuo in piena area, la difesa biancoazzurra sbaglia tutto, ma anche l’attaccante granata getta alle ortiche una grandissima occasione.

Nel secondo tempo, parte fortissimo il Trapani. Al 10’ ci prova Ferretti con un bolide che impegna Farroni in una super parata mandando in angolo. Qualche secondo dopo, il portiere biancoazzurro si trova a deviare un pallone insidioso che lo stava per beffare. Il Matera soffre il Trapani e nella seconda parte della ripresa ha un’insidia in più: Dambros. Quest’ultimo al 23’ si accentra e chiama Farroni ad un’altra ottima parata. Qualche minuto dopo, invece, ci prova Corapi su punizione: conclusione a giro che sfiora di pochissimo il secondo palo. I biancoazzurri non riescono a trovare spunti. I granata contengono e con le ripartenze ci provano. Al 36’ Evacuo serve Dambros che per poco non trova il raddoppio.

Quest’ultimo, però, è più fortunato al 42’ quando servito da Tulli, si trova tutto solo in piena area e non può far altro che stampare in rete. Trapani che nel finale sfiora il tris: Corapi si beve la difesa biancoazzurra ma non riesce a trovare la perfetta conclusione. Per il Matera arriva la sesta sconfitta di questo campionato. Buona prova dell’undici di Imbimbo nel primo tempo, dove è stata beffata da un bolide di Taugourdeau. Nella ripresa, invece, troppo poco per rimettere in piedi la partita. E intanto, i numeri sono davvero impietosi: la classifica, parla da sola.

  

IL TABELLINO

TRAPANI-MATERA 2-0

RETI: al 11’ pt Taugrourdeau (T) e al 42’ pt Dambros (T).

TRAPANI (4-3-3): Dini, Girasole (dal 24’ st Scrugli), Mulè, Da Silva, Ramos, Costa Ferreira (dal 18’ st Aloi), Tougourdeau (dal 24’ st Toscano), Corapi, Ferretti (dal 18’ st Dambros), Evacuo, Golfo (dal 24’ st Tulli). A disposizione: Ingrassia, Kucich, Culcasi, D’Angelo, Nzola. Allenatore: Italiano.

MATERA (3-5-1-1): Farroni, Risaliti, Stendardo, Sepe, Ricci, Bangu (dal 24’ st Auriletto), Corso (dal 36’ st Galdean), Garufi (dal 36’ st Lorefice), Genovese (dal 31’ pt Corado), Dammacco (dal 24’ st Scaringella), Orlando. A disposizione: Guarnone, Sgambati, Casiello. Allenatore: Imbimbo.

ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta.

NOTE: Giornata tranquilla su Trapani. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Aloi (T) e Orlando (M). Angoli: 4-3 per il Trapani. Recupero: 1’ primo tempo e 4’ secondo tempo. Spettatori: 2404 totali.

Commenti

LIVE MATCH: Trapani-Matera 2-0: Finisce qui al Provinciale! Taugourdeau e Dambros mandano ko i biancoazzurri. Rileggi il match
Girone C, i match del pomeriggio - Vibonese e Trapani inarrestabili: vincono ancora. Clamoroso flop del Catania: pesante ko. I risultati