Il Tema

Il profilo - Imbimbo, fra settore giovanile e prime esperienze. La carriera

Roberto Chito
21.07.2018 23:40

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: Fonte Web

Possiamo tranquillamente dire che quella di Matera sia la prima vera e propria esperienza da allenatore di Eduardo Imbimbo. La prima, nella quale ci sono i presupposti giusti per poter far bene, anche se le difficoltà non mancano. Nella lunga carriera da allenatore, il tecnico irpino ha sempre avuto a che fare con situazioni difficili. L’avventura in biancoazzurro arriva in un momento davvero importante per il tecnico irpino.

Imbimbo, infatti, ha dichiarato di aver fatto una lunghissima gavetta. E così è stato. A cominciare dai vari settori giovanili. Prima quello dell’Avellino dove ha allenato per quattro anni, dal 2004 al 2008. Poi, in quello della Salernitana, dove ha guidato prima la formazione degli Allievi, poi quella Berretti. La prima esperienza su una vera panchina arriva il 21 novembre 2011. Infatti, il Campobasso decide di esonerare Nicola Provenza e chiama proprio Eduardo Imbimbo. Il tecnico irpino riesce a portare i molisani alla salvezza. Nella seconda stagione, però, le cose non vanno bene, anche perché i rossoblu cominciano ad accusare qualche problema societario. E così, il 4 novembre 2012, l’allenatore campano viene esonerato.

Per ripartire deve aspettare la stagione 20154-15. O meglio, il finale. Il 20 marzo, il Martina Franca decide di affidargli la panchina, dopo aver esonerato Ciullo. I pugliesi, però, erano già salvi e Imbimbo riesce ad ottenere solamente 3 punti in dieci partite. L’anno dopo, il tecnico irpino viene chiamato a Foligno, in Serie D. Il 25 febbraio 2016 subentra a Battistini, riuscendo a scalare posizioni importanti, fino ad arrivare all’ottavo posto. L’ultima avventura di Imbimbo, è ad Avellino, come secondo di Walter Novellino dal 28 novembre 2016 al 5 aprile 2018, dove sostituiscono Domenico Toscano e conquistano la salvezza.

Commenti

L'esclusiva - Imbimbo: "Matera, sarai così. Obiettivi? Le richieste del club"
Buongiorno Mercato - Catanzaro, occhi su portiere e attaccante. Vibonese, ore decisive per la punta. Juve Stabia, due nel mirino