L'Allenamento

Probabile formazione - Stessi uomini ma con il rebus del modulo?

Roberto Chito
16.12.2018 21:31

Il centrocampista Davide Corso in azione, foto: Sandro Veglia

Difficile capire sei ci potrebbero essere cambiamenti in vista della sfida di domani. Contro il 3-4-3 di Francesco Modesto, la tattica giusta fu quella di passare al 4-3-1-2, mossa che si rivelò azzeccata. E domani, contro una squadra che tatticamente gioca nello stesso modo, ci sarà un’altra sorpresa del genere? Vedremo cosa accadrà. In ogni caso, Eduardo Imbimbo, ci ha abituato a mosse a questo tipo di soluzioni.

Il tecnico irpino, infatti, per quanto riguarda l’aspetto tattico, ha sempre azzeccato ogni partita da questo punto di vista. Dunque, al momento è davvero difficile capirne di più. Anche se il 4-4-2 visto a Pagani, potrebbe trasformarsi anche a partita in corso in soluzioni diverse. Contro il Catanzaro, l’unica eccezione potrebbe essere l’inserimento di Corso in mezzo al campo insieme a Bangu, visto che Grieco, a Pagani, è stato un po’ incolore. Sugli esterni, punti fissi Triarico a destra e Ricci a sinistra. Quest’ultimo poi, potrebbe anche adattarsi come trequartista. Confermata la difesa. Al centro, la coppia Stendardo-Auriletto sembra essere la migliore in questo momento.

I due terzini, saranno Risaliti a destra e Sepe a sinistra. In avanti, la coppia dovrebbe essere nuovamente formata da Scaringella e Corado. Difficile un impiego di Orlando. Quest’ultimo, al massimo andrà in panchina. Da non sottovalutare l’utilizzo di Dammacco, che ogni volta che è sceso in campo dal primo minuto ha fatto sempre bene. Ultima notte di riflessione per Eduardo Imbimbo prima di fare le opportune scelte nella giornata di domani.

  

PROBABILE FORMAZIONE

Matera (4-4-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Sepe, Triarico, Bangu, Corso, Ricci, Scaringella, Corado.

A disposizione: Fortunato, Sgambati, Milizia, Lorefice, Hysaj, Garufi, Grieco, Galdean, El Hilali, Casiello, Orlando, Dammacco, Dellino.

Allenatore: Eduardo Imbimbo.

Due ritorni in attacco e un'assenza fra i pali. Ecco i convocati
Girone C, il match delle 20.30 - Catania, altra grande chance gettata al vento: la Sicula Leonzio sfiora il colpaccio nel finale, ma gli etnei deludono ancora