Primo Piano

Matera, c'è qualcosa che non va. Squadra in crisi per tanti fattori

Le ultime cinque partite hanno confermato la crisi del Matera: soli due punti conquistati e decimo posto in classifica

Roberto Chito
19.11.2017 19:08

Una fase del match contro il Trapani, foto: Sandro Veglia

Allarme rosso in casa Matera. Non solo per quanto riguarda l’infermeria, che settimana dopo settimana si riempie sempre di più. È allarme rosso soprattutto per il momento che i biancoazzurri stanno attraversando. Squadra priva di idee e gioco che non riesce più ad essere quello che si è visto, quantomeno a sprazzi, all’inizio di questa stagione. E di conseguenza, in questa situazione, i risultati non arrivano. Le quattro vittorie consecutive di ottobre, avevano illuso i più.

Anche le conferme viste contro il Lecce, seppur era arrivata una sconfitta, avevano fortificato questo concetto: il Matera c’è, e se la giocherà contro tutte. Poi, però, sono arrivate quattro partite in cui il bottino non può essere soddisfacente. Solamente due i punti conquistati, e sconfitte contro Bisceglie e Rende, che per tutto il rispetto, quantomeno sulla carta, hanno qualità inferiori rispetto ai biancoazzurri. Un Matera che è andato a corrente alternata. Bravo a recuperare la partita contro Juve Stabia e Trapani, nel finale, portando a casa un pareggio. Ovviamente, in questo campionato non si può vivere di un punto ogni due partite, soprattutto se si deve raggiungere un traguardo prestigioso. Si è parlato di play off, poi Auteri ha fissato come obiettivo stagionale il quinto posto. Ovviamente, al termine della stagione manca ancora tanto, ma il presente non sorride ai biancoazzurri. Il bottino conquistato finora è troppo misero. La sconfitta di Rende, non ha fatto altro che confermare che c’è un reale problema. Cosa non va in questo Matera? Troppo facile appellarsi ai tanti infortuni, che da diminuire aumentano sempre di più. Troppo facile appellarsi agli errori arbitrali, o alle condizioni del campo, che lo ricordiamo, in ogni caso sono le stesse per gli avversari.

Troppo facile contestare l’atteggiamento degli avversari, magari cinici e spietati, equilibrati e poco spumeggianti. Il problema, è che in queste ultime partite, il Matera non riesce nemmeno a sfornare prove quantomeno buone. Tanto possesso palla, peraltro sterile e pochi spunti, di conseguenza nessuna conclusione in porta. Alla fine, arriva qualche episodio, come la traversa di Giovinco di ieri, oppure come la rete di Urso contro il Trapani. Qualche mossa per poter far fronte a questa emergenza, non sembra essere stata ancora trovata. Il campionato non aspetta che il Matera recuperi giocatori, o che ritorni ad essere quella di un tempo. Il campionato va avanti, e ogni squadra, per conquistare un punto ci mette il massimo. Qualche errore è stato commesso, perché vedere il Matera in quella posizione di classifica lascia sicuramente pensare. La squadra, anche ieri ha fatto capire tanti problemi in questo momento.

Auteri, ha sicuramente l’esperienza giusta per poterli risolvere, cercando di trovare le giuste contromosse. Bisogna far fronte ad un’ampia emergenza, ma non può essere una scusante, perché la qualità, alla fine, deve fare la differenza. Il ko di Rende ha certificato la crisi di questa squadra che continua a perdere punti, giocatori e posizioni in classifica. Siamo arrivati alla quindicesima giornata, ne mancano quattro al giro di boa. Sta per concludersi il peggior girone d’andata del Matera da quando è in terza serie. Serve trovare un punto per ripartire, cercando di superare questa crisi che ormai continua da un po’ di giornate.

Commenti

Rende - Matera 2-0: La Foto Gallery completa del match di ieri pomeriggio
Matera formato Coppa Italia: Auteri pensa al possibile undici. Le ultime