Primo Piano

Da evento a normalità: Columella, ora le domande aumentano

Roberto Chito
12.03.2018 22:38

Il patron Saverio Columella, foto: Emanuele Taccardi

Ormai non fa più notizia anche se possiamo definirla la vera notizia. Nemmeno la suggestiva trasferta in quel di Lecce ha spinto il patron Saverio Columella a presentarsi allo stadio. Nemmeno in quella che può essere definita una delle partite più importanti della stagione biancoazzurra. No, nemmeno ieri sera il massimo dirigente del club lucano era presente allo stadio. I tifosi materani ci avevano sperato fino all’ultimo. La speranza, però, è che quantomeno Columella abbia seguito la partita il televisione e apprezzato la prova dei suoi ragazzi, che ancona una volta si sono superati. Cassia, alla vigilia del match, aveva detto che il Matera avrebbe fatto di tutto per regalare più soddisfazioni possibili all’imprenditore di Altamura. Ed è stato così anche ieri. La non presenza di Saverio Columella, però, che segnale può essere? Da questo punto di vista, non abbiamo tante risposte. L’unico che può darla è lo stesso patron, ormai in silenzio da tanto, troppo tempo. Eravamo abituati, negli ultimi anni a questo suo atteggiamento, ma ora la situazione è diversa. Ci sono tanti punti interrogativi che devono essere chiariti. E solamente Columella può farlo. La speranza, è che visto il turno di riposo, in questa settimana dal punto di vista societario ci possano essere alcuni sviluppi, e magari sentire la voce del club, pronto a fare chiarezza. Perché al momento, la sua non presenza durante le partite del Matera è davvero preoccupante. Per una come lui che non ha saltato un match, nemmeno con la febbre a quaranta, è un avvenimento inusuale. E proprio per questo, i tifosi si stanno facendo mille domande. E a queste, solo Columella può rispondere. Con la speranza che questa volta, rompa davvero il silenzio.

Commenti

Oltre il risultato: Matera, esame di maturità superato al meglio
Buffon: "Mio futuro? Ecco cosa conta. Astori, un mio grande amico"