Primo Piano

CITTÀ DEI SASSI - Una barca sempre più alla deriva: in quindici lasciano la squadra. E adesso?

Roberto Chito
12.12.2019 20:30

Il presidente Fortunato Martoccia del Città dei Sassi, FOTO: TUTTOMATERA.COM

Adesso potrebbe essere fuggi-fuggi generale. Il progetto del Città dei Sassi del presidente Fortunato Martoccia sembra essere entrato in un tunnel senza più via d’uscita. Oltre ai risultati che hanno visto la squadra biancoazzurra essere umiliata dagli avversari nelle ultime quattro partite, diversi giocatori in queste ore hanno ottenuto lo svincolato. Segnale che qualche crepa al progetto c’è, perché se si voleva rilanciare si agiva in modo diverso.

La squadra costruita in estate dalla triade Angelino-Mastrorilli-Camerino è stata completamente smembrata. La colonna di baresi che hanno portato tecnico e direttore sportivo è andata in frantumi. Una squadra che nelle prime giornate aveva dimostrato di potersela giocare al meglio contro il Bernalda, che dal primo momento aveva fatto vedere di avere una marcia in più. Però, dopo le prime due sconfitte consecutive niente era stato perso, e il Città dei Sassi sembrava essersi rimesso in carreggiata. Nemmeno l’addio della coppia Mastrorilli-Camerino aveva sconvolto più di tanto il gruppo, che con Giuseppe Angelino aveva messo insieme delle importanti vittorie consecutive e si era riavvicinata alla vetta.

Poi, anche quest’ultimo ha deciso di farsi da parte, con il presidente Martoccia che aveva provveduto all’esonero ma nessuna idea di come ripartire. Poi, si sono messi i risultati negativi da parte di una squadra che nelle ultime quattro partite è stata letteralmente massacrata da ogni avversario. E nelle ultime ore, il Città dei Sassi ha provveduto a smembrare la squadra. Hanno lasciato i biancoazzurri elementi importanti come il bomber Roberto Angelino, o l’esterno d’attacco Gissi che si è messo brillantemente in mostra in questa prima parte di stagione. Via anche Procacci e Sciacoviello, altri due elementi importanti.

Ha lasciato anche l’ottimo portiere Maino, insieme al secondo Angelino. Via anche D’Addato, i due Camerino, Di Benedetto, Di Trani, Dell’Aquila e Campanella. Al momento, sono rimasti i materani Ramundo e Fabio Grassani. Non è escluso che anche loro, però, nelle prossime ore possano andare via. Una situazione davvero paradossale che va a ridimensionare drasticamente il progetto del presidente Martoccia.

La fortuna vuole però, che dopo la partita di domenica prossima a Tursi, che al momento occupa il terzultimo posto, ci sarà la lunga sosta. E chissà che questa possa portare consigli a Fortunato Martoccia che sembra essere alla guida di una barca ormai alla deriva che rischia di trovare il primo scoglio e schiantarsi.

GIRONE C - Ufficiale: Rieti, ecco Beni. Il neo allenatore: "Conquisterò con i risultati"
EUROPA LEAGUE - Gragnon e il colpaccio del Cluj eliminano la Lazio: in Francia si conclude l'avventura europea