Primo Piano

ESCLUSIVA - Chisena: "Allestita ottima squadra, ma non è finita. Ecco che Matera voglio vedere"

Roberto Chito
09.10.2019 19:50

Il tecnico-giocatore Tonio Chisena, FOTO: FONTE WEB

"Finalmente ho metabolizzato un po’ tutto. Nonostante si tratti di una Seconda Categoria, rappresentare la squadra della mia città è sempre un’emozione particolare. Non credevo in tanto coinvolgimento. Questa città merita molto di più. Però, sono felice di poter dare un contributo a questa piccola rinascita, sperando che fra qualche anno possa diventare grande. Ho un grande amore per questa città, c’è una grande atmosfera. Non posso che essere felice per questo incarico". A parlare è Tonio Chisena, allenatore-giocatore-direttore tecnico dell’Usd Matera, che a TuttoMatera.com, all’indomani della diramazione dei Gironi fa un po’ il punto della situazione.

SUL TRIPLICE RUOLO: "Mi hanno affidato la parte tecnica e ne sono felice. Considerando anche la categoria, ho deciso di dare anche il contributo sul campo, mettendo sul rettangolo di gioco tutta la mia esperienza. Si tratta di una sfida che mi alletta parecchio. Rappresentare la squadra della tua città è molto bello. Darò davvero tutto per questo progetto".

SULLA ROSA: "Ho deciso di puntare su due-terzi della squadra con la quale l’anno scorso abbiamo stradominato il campionato a Tursi, vincendolo con ben sedici punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Purtroppo, molti giocatori erano già impegnati. Alcuni, visto il grande campionato disputato sono approdati in categorie superiori. Però, posso garantire che c’è il giusto mix".

SULLE SCELTE: "Ho puntato soprattutto sugli uomini che hanno contributo a quella cavalcata con il Tursi. Un campionato stroardinario. Mi sono giocatori come Magrone in difesa, che potrà sicuramente dare il proprio contributo. C’è Carella che a centrocampo è un ottimo innesto. Oltre a Lorenzo Tafuni che può dare davvero molto, e ad Alberto Marsico che non ha bisogno di presentazioni. Tutti sappiamo chi è e il suo valore. A centrocampo c’è anche mio fratello: anche lui, ha alle spalle tanta esperienza. In avanti, sono interessanti anche le qualità di Sefa. Poi, abbiamo individuato alcuni ragazzi di Altamura insime a al tecnico in seconda Ferrullo".

SUGLI OBIETTIVI: "Abbiamo messo in piedi un’ottima squadra, il giusto mix fra giovani ed esperti. C’è molta esperienza, oltre a tanta freschezza. Si tratta di un organico competitivo e una rosa che mi dà fiducia".

SUL MERCATO: "In questi giorni sto provando a chiudere per due nuovi arrivi. Si tratta di giocatori esperti che possano allungare numericamente la rosa. Poi, a dicembre cercheremo di puntare su altri ritorni importanti".

SULLE CARATTERISTICHE: "Voglio un Matera sanguigno, che vada in campo e dia tutto. Proveremo a proporre anche il bel gioco, considerando anche la categoria che andremo ad affrontare".

SULLE AVVERSARIE: "Credo che il principale avversario per la promozione srà il Montemurro. L’anno scorso disputavano lo stesso torneo del Tursi e sono retrocessi immeritatamente. Credo che quest’anno vorranno riscattarsi. Poi, le altre le conosceremo strada facendo. Noi, però, abbiamo ben chiari quelli che sono i nostri obiettivi".

SUL CAMPIONATO: "Nonostante si tratti di una Seconda Categoria, devo dire che nelle ultime stagioni, il livello si è alzato notevolmente. Magari alcune squadre lanciano il ragazzo del paese e fanno anche bene. Poi, nel nostro Girone, quest’anno tutte daranno l’anima per poter far bene contro il Matera. Sia per prestigio, sia per visibilità".

SULLA SOCIETÀ: "Sono rimasto impressionato. Nonostante si tratti di una Seconda Categoria c’è un organizzazione incredibile, da categorie superiori. Il club ha idee chiare e questo ci fa molto piacere. Un motivo in più per essere orgoglioso di far parte di questo progetto".

NAZIONALE - Acerbi: "Risultati frutti della qualità del gruppo. Il mio momento? Lavoro al massimo"
ECCELLENZA - Coppa Regionale, ko per le due materane: pensante sconfitta per il Montescaglioso, di misura per il Pomarico