Primo Piano

CITTA' DEI SASSI - Angelino: "Porte aperte all'altro Matera. Il momento? Rispettiamo il trend"

Roberto Chito
22.10.2019 18:15

Il dt Giuseppe Angelino, FOTO: TUTTOMATERA.COM

"Massima disponibilità e collaborazione con l’Usd Matera per quanto riguarda l’utilizzo del XXI Settembre-Franco Salerno. Si tratta pur sempre di una società di calcio della nostra città ed è giusto che come noi giochi nel principale impianto sportivo cittadino. Sono disposto ad incontrare i dirigenti dell’altra società e a discutere della situazione. Sappiamo anche bene che il Gaetano Scirea per una serie di motivazioni non può garantire l’efficienza soprattutto dal punto di vista dell’ordine pubblico. Mi è stato riferito che domenica molte macchine sono state lasciate in zone non custodite e attraversare la strada è molto pericoloso". A parlare è Giuseppe Angelino, vice-presidente oltre che direttore tecnico del Città dei Sassi che a TuttoMatera.com oltre a fare il punto della situazione sul suo team, analizza anche altri aspetti importanti.

SUL PRIMO BILANCIO: "Diciamo che tutto sommato siamo in linea con le nostre aspettative. Abbiamo costruito una squadra per lottare per il vertice e lo stiamo facendo. Dispiace per i due ko consecutivi che sono arrivati in maniera molto sfortunata ma già da domenica ci siamo ripresi. Il nostro obiettivo è quello di lottare per il vertice, cercando di vincere il campionato direttamente, oppure provarci attraverso i play off".

SULLE DUE SCONFITTE: "Purtroppo con il Bernalda avevamo due assenze pesanti in difesa e attacco. Poi, la partita è stata condizionata da un rigore inesistente che ha concesso l’arbitro che sicuramente non era in giornata. Poi, a Tramutola avevamo diverse assenze ed è stato davvero difficile mettere in campo una squadra competitiva".

SUL GAP DALLA VETTA: "Siamo consapevoli che le squadre che ci precedono in classifica, in questo inizio di campionato hanno dimostrato di meritare questa posizione. Adesso abbiamo quattro partite, di cui tre in casa con le prossime due consecutive. Inoltre, saranno in programma diversi scontri diretti fra le altre. Da questo punto di vista contiamo di recuperare un po’ di punti e avvicinarsi alla vetta".

SULLA LOTTA AL VERTICE: "Cercheremo in tutti i modi di portare a casa questo campionato. Però, siamo consapevoli che dovremo lottare fino alla fine contro quattro-cinque squadre che hanno delle caratteristiche importanti per poter vincere. Bernalda, Tricarico, Chiaromonte, come anche Tramutola e Salandria, insieme a noi, fino alla fine potranno lottare per la leadership di questo campionato".

SULLA SQUADRA: "Al di là di tutto andiamo avanti per la nostra strada. Abbiamo messo in piedi una squadra giovane con tanti ragazzi che possono dire la loro. Questo progetto è importante, siamo felici del gruppo messo in piedi".

SULLE GIOVANILI: "Siamo gli unici che in Prima Categoria hanno una squadra Under 18. Giochiamo contro squadre di Eccellenza e Promozione. Il nostro progetto, però, parte da lontano. Sono stato spinto da molti genitori che vedevano i loro figli smettere di giocare a calcio dopo gli Allievi. Per questo, abbiamo creato una squadra che potesse dare l’opportunità a questi ragazzi di continuare a giocare. Non è giusto che un ragazzo meno bravo di un altro debba appendere le scarpette al chiodo già in giovane età".

SUL CALCIO FEMMINILE: "Non dico un’eresia sul fatto che abbiamo avuto il merito di creare una squadra di calcio femminile. Finalmente, dopo diversi anni a Matera, anche le ragazze possono tornare a giocare a calcio. Con la collega Stefania Di Lena abbiamo messo in piedi anche il progetto del calcio femminile. Quest’anno disputeremo la Serie C, dando l’opportunità anche a tante ragazze di riparire il loro cassetto dei sogni e tornare a giocare a calcio".

OLIMPIA MATERA - Battaglia: "Due punti importanti. C'è ancora tanto da migliorare"
SERIE A - Genoa, ufficiale: Andreazzoli paga dopo la pesante debacle di Parma. E in panchina arriva un ex centrocampista