Serie C News

Seconde Squadre, si cerca la soluzione giusta: parte il progetto?

Redazione TuttoMatera.com
15.03.2019 20:15

Una fase del convegno di questa mattina, foto: Fonte Web

Istituire un tavolo di riflessione per lavorare sulle normative e aprire il bando per la graduatoria funzionale al completamento degli organici delle Seconde Squadre. Sono queste le priorità emerse dal convegno "Seconde Squadre-Analisi e prospettive nel contesto italiano", organizzato da Lega Pro in collaborazione con Juventus, e tenutosi questa mattina all'Allianz Stadium.

Sopratutto, ciò che è emerso è l'importanza del progetto, quale strumento di formazione per i giovani calciatori, ma anche volano per il rilancio della Serie C e linfa per le Nazionali. Il tema delle Seconde Squadre è stato affrontato in tutti i suoi aspetti. Gabriele Gravina, presidente della Figc aprendo i lavori, ha ricordato come il progetto, da lui sempre sostenuto, vada però sostenuto da un movimento capace di "dare soluzioni di prospettiva. È necessario abbandonare concetti votati a una forma di assistenzialismo e sposarne altri, frutto di una logica imprenditoriale. Da parte della Lega Pro e di tutti i soggetti interessati dovrà essere definito chiaramente il numero di società che hanno diritto ad avere le Seconde Squadre, quale dev'essere la mission e quale il progetto politico".

Una richiesta, quella di Gravina, cui ha immediatamente risposto Francesco Ghirelli: "Vogliamo finalmente essere la Lega della formazione dei giovani, passando dalle dichiarazioni ai fatti. Le Seconde Squadre sono parte integrante della nostra mission di formazione e uno degli asset per la crescita di giovani giocatori per la Nazionale. La Juventus ha il merito di aver intrapreso questa strada e devo sottolineare lo stile, l'attenzione il rispetto con cui si è rapportata alla nostra Lega. Ora dobbiamo raccogliere le valutazioni sulle esperienze e riflettere sulle proposte progettuali".

Serie C, pronta la svolta? Ora si può: arriva l'apertura della Figc
Pozzuoli-Matera 85-77: Ko in Campania. Una serata no per l'Olimpia