News

Lega Pro, Gravina: "Ecco quale progetto serve per il futuro della Figc"

Il numero uno della Lega Pro, parla all'Ansa: "Non sorpreso delle dimissioni di Tavecchio, dispiaciuto per la gestione"

Redazione TuttoMatera.com
20.11.2017 15:36

Il presidente Gabriele Gravina

È stato sicuramente uno dei più grandi oppositori dell’attuale governace della Figc. Non a caso, la passata stagione, aveva affiancato Andrea Abodi, nella scala alla Federazione. Tentativo rimasto vano, visto che Carlo Tavecchio fu subito riconfermato a capo del calcio italiano.

Ovviamente, parliamo di Gabriele Gravina, che questa mattina, insieme ai consiglieri Rosso e Abete, ha confermato la totale sfiducia a Tavecchio. Il numero uno della Lega Pro, all’Ansa, ha detto: "Prendo atto della decisione del presidente Tavecchio, spero che in tempi brevi vi sia la convocazione di un'assemblea come espressione democratica, nella speranza che tutte le espressioni di questo mondo possano esprimere una progettualità innovativa e rivoluzionaria. Non sono sorpreso dalle dimissioni di Tavecchio, ma dispiaciuto per le modalità di gestione, il presidente avrebbe dovuto darci la possibilità di replicare. Il commissario non è previsto dallo Statuto".

Ovviamente, non si può che pensare al futuro del calcio italiano, con la poltrona della Figc che al momento resta vuota. Infine, poi, Gravina, conclude, dicendo: "Il Consiglio resta in carica, Tavecchio si occuperà della gestione ordinaria fino a nuove elezioni che dovranno essere indette entro 90 giorni. Il commissario non è previsto, ora serve un progetto rivoluzionario e innovativo".

Commenti

UFFICIALE - Figc, parte la rivoluzione. Tavecchio: "Pago per colpe non mie"
I convocati di Auteri - Matera, in diciotto per la Coppa Italia. Tre nuovi