PLAY OFF - Semifinali: Piacenza e Pisa quasi avanti. Beffa Trapani, pari anche per la Triestina

Roberto Chito
29.05.2019 22:40

I play off, FOTO: FONTE WEB - LEGA-PRO.COM

A meno di clamorosi colpi di scena, Pisa e Piacenza potrebbero già considerarsi in finale. Anche se i secondi 90 minuti non sono da sottovalutare. I match d’andata delle semifinali di questi play off, hanno regalato sicuramente grandi emozioni. Due le sfide che sono terminate in pareggio. a cominciare dal pirotecnico 2-2 fra Catania e Trapani, in un derby davvero pazzo. Termina 1-1 fra FeralpiSalò e Triestina. Invece, nelle altre sfide, il Piacenza, vincendo 2-0 contro l’Imolese mette una seria ipoteca sul passaggio del turno. Un po’ come il Pisa che ribalta l’Arezzo per 3-2 e vede la finale. Per i verdetti definitivi, però, bisogna aspettare ancora tre giorni.

    

LE SINTESI DEI MATCH

AREZZO-PISA 2-3 – Pazzo il derby toscano. Botta e risposta fra Arezzo e Pisa con i neroazzurri che dopo appena 12’ passano subito in vantaggio. Fondamentale la rete realizzata da Marconi. L’illusione però, dura solamente fino al 35’ quando i padroni di casa trovano il pareggio: ci pensa Cutolo a ristabilire il risultato sull’uno a uno. Arezzo che torna dal tunnel degli spogliatoi con una marcia in più. E infatti, solamente dopo 2’ arriva la rete del vantaggio. A realizzarla è Brunori. Non ci sta assolutamente il Pisa. La squadra di D’Angelo, infatti, dopo meno di dieci minuti trova il pareggio. Ci pensa Marconi a far tirare un sospiro di sollievo ai tifosi neroazzurri. La squadra di Dal Canto non riesce a trovare la pronta reazione. Così, il Pisa poco prima dell’ora di gioco, con Di Quinzio realizza il tris, la rete che permette ai neroazzurri di ribaltare il risultato. E soprattutto di portare a casa l’andata della semifinale.

  

IMOLESE-PIACENZA 0-2 – Dopo la delusione nell’ultima giornata di campionato, con la Serie B che è finita nelle mani della Virtus Entella, il Piacenza si prende il primo round di queste semifinali play off. La squadra di Franzini si impone per due a zero, e ipoteca il passaggio alla finale. Per i biancorossi, le cose si mettono subito bene. Infatti, dopo 13’ è Bertoncini a realizzare la rete dell’uno a zero e dare la marcia giusta ai suoi. L’Imolese fatica a reagire: non basta l’ingresso in campo di bomber Lanini, perché poco prima del 70’ è Ferrari a realizzare il definitivo due a zero.

  

CATANIA-TRAPANI 2-2 – Emozioni a non finire anche al Massimino: clamorosa beffa per la squadra di Italiano che sopra di due reti, si vede incredibilmente rimontare dai rossoazzurri che tornano prepotentemente in corsa per la finale. Per il Trapani, però, si era messo tutto bene. Già dopo 2’ è Tulli a regalar loro ola rete del vantaggio. e al 68’ è Ferretti a realizzare il raddoppio, dando l’illusione di una partita finita, come anche il discorso qualificazione. È qui che sale in cattedra il Catania. Ci pensa l’uomo più esperto, Francesco Lodi, che fra il 73’ e l’87’ mette a segno una grandissima doppietta e fissa il risultato sul definitivo pareggio.

   

FERALPISALÓ-TRIESTINA 1-1 – Botta e riposta e tutto rimandato al secondo round. La Triestina scappa ma la FeralpiSalò resta aggrappata alla finale, anche se si giocherà tutto al Nereo Rocco fra tre giorni. I gol sono stati realizzati al 33’ da Granoche che ha illuso i friulani, visto che al 63’ Maiorino realizza il definitivo pareggio, dando ai bresciani la giusta linfa per continuare a credere nell’obiettivo.

SERIE B - La Corte d'Appello ribalta tutto: Palermo salvo. Come cambiano gli scenari
EUROPA LEAGUE - Festa Blues: il trofeo è per Sarri, che bel poker all'Arsenal. La cronaca