Primo Piano

L'anno dei protagonisti: Strambelli, dalla luce al buio in poco tempo

Roberto Chito
25.05.2018 19:15

L'esterno offensivo Nicola Strambelli, foto: Nino Russo

Era stato definito il vero condottiero di questo Matera. Dopo il mancato trasferimento al Padova, i biancoazzurri hanno ritrovato Nicola Strambelli in veste di trascinatore. Fra gol e assist, nella prima parte di stagione ha contribuito all’ottimo cammino della formazione di Gaetano Auteri. Sembrava essere una pedina imprescindibile per lo scacchiere biancoazzurro.

Eppure, il matrimonio fra Nicola Strambelli e il Matera si è deteriorato. A gennaio, l’esterno biancoazzurro finisce di nuovo al centro del mercato. Il Lecce cerca di fare carte false per portarlo alla corte di Liverani. Sembra essere tutto apparecchiato per il trasferimento, salvo poi saltare tutto per il mancato ok di Saverio Columella. Da allora, il Matera e Strambelli vivono da separati in casa. Per circa un mese, l’esterno è sul piede di guerra, tanto da non allenarsi per problemi fisici. Salvo poi ritornare. Ma la grana stipendi, infine, mette definitivamente fuori rosa l’esterno barese.

E pensare che Strambelli era uno dei pupilli di Saverio Columella. Preso a parametro zero nell’estate 2016, strappato a diverse concorrenti, l’esterno offensivo anche in questa stagione si dimostra pedina di qualità. Duttile in campo: dall’esterno dell’attacco, ha giocato anche come falso nueve, salvo poi trovare la collocazione giusta di trequartista. Strambelli, però, a volte ha anche giocato come centrocampista centrale. Ma alla fine, il rapporto si è deteriorato.

   

IL RENDIMENTO

GIRONE C: 22 presenze, 4 reti e 3 assist.

TIM CUP: 2 presenze.

TOTALE: 24 presenze, 4 reti, 3 assist e 1876 minuti giocati.

Commenti

Matera, arriva un altro addio? Un esterno verso lo svincolo d'ufficio
Toto-allenatore al via: Matera, diversi profili sondati per il post Auteri. La situazione