ITALIA - Under 21, fine della corsa: per gli azzurrini flop europeo e a casa come Di Biagio? Due le ipotesi per la successione

Redazione TuttoMatera.com
24.06.2019 23:40

Il ct Luigi Di Biagio, FOTO: CLAUDIO VILLA-FIGC.IT

Troppo facile parlare di biscotto o di partita già scritta. Anche perché, due anni fa ci qualificammo nello stesso modo. Dunque, inutile evitare polemiche e mettere alibi dietro un fallimento. Le cose vanno come previste: Francia e Romania pareggiano, e l’Under 21 saluta l’europeo. Proprio l’edizione che si è giocata in casa, attesa da tanto e con un obiettivo chiaro: portare a casa l’europeo che manca dal 2004.

Traguardo fallito. Perché l’Italia di Di Biagio si perde sul più bello, perdendo contro la Polonia che poi viene schiantata dalla Spagna battuta proprio dagli azzurrini nel match d’esordio. Italia che per essere ripescata come la miglior seconda, doveva aspettare questa sera: o Francia o Romania dovevano vincere di misura. Invece, il pareggio le porta entrambe in semifinali. Adesso, è arrivato il momento dei processi sul corso azzurro e sulla gestione Di Biagio. Il terzo posto del 2015 era stato considerato un flop. Nulla, però, in confronto a quello di quest’anno. Perché quella a disposizione del tecnico romano è stata considerata da tutti la migliore Under 21 possibile. Tant’è che lo stesso Mancini aveva aperto alla collaborazione.

Italia data per favorita ma che esce dopo la fase a gironi. Resta la qualificazione in semifinale del 2017, ripescata come seconda, prima di essere schiantata dalla Spagna. Numeri che inducono a pensare che il ciclo di Di Biagio sia terminato qui. La Figc, infatti, potrebbe puntare su un ct della cosiddetta cantera. Si era parlato di Paolo Nicolato, ma non è da trascurare nemmeno Alberigo Evani. Riflessioni che saranno fatte nelle prossime ore: perché il flop europeo è ancora fresco.

SERIE D - Foggia, si pensa alla ripartenza: potrebbe essere un grande Girone H. Il motivo
SERIE C - Situazione iscrizioni: in tre sono già fuori, le alte sperano. Colpo di scena a Foggia? La situazione