Primo Piano

Altra tegola tremenda in casa Matera: un attaccante finisce ko

Roberto Chito
28.11.2018 19:50

L'attaccante Luca Orlando, foto: Sandro Veglia

Ci mancava anche questa. Il Matera, per circa un mese perde l’attaccante Fabio Orlando. Uno scontro di gioco nel match di ieri, è costato carissimo alla punta dei biancoazzurri che ha rimediato una frattura del metacarpo della mano sinistra. Un problema che risaliva già alla sfida di sabato scorso contro il Siracusa. Però, lo scontro decisivo è arrivato nel match di ieri. Per questo problema, l’ex Prato dovrà rimanere ai box per diverso tempo.

Ancora non si riescono a decifrare i tempi. Si parla di circa trenta giorni di stop. Ovviamente, le valutazioni saranno fatte di volta in volta. Però, si tratta di una botta tremenda per la squadra di Eduardo Imbimbo. Il tecnico avellinese perde una delle pedine che fino a questo momento si sono sacrificate maggiormente. Anche ieri, Orlando ha disputato una partita di notevole sacrificio. Nel 4-1-4-1 di Imbimbo, l’ex Casertana ha giocato come esterno sinistro di centrocampo. Una partita di notevole dispendio, senza mai risparmiarsi. Orlando ha sempre lottato su tutti i palloni, non tirando mai i remi in barca.

Proprio per questo, la sua assenza sarà un grande problema per questo Matera. Ai box, ci sarà una pedina importante per questa squadra e soprattutto per tutto l’impianto tattico del tecnico Imbimbo. Quest’ultimo, ora dovrà cercare di trovare le necessarie contromosse. Urge recuperare il prima possibile Plasmati. A Monopoli, il numero 23 dovrebbe esserci. Toccherà, anche a Scaringella e Corado, oltre al recupero di Dellino per cercare di dare peso all’attacco.

Commenti

Lo Monaco: "Catania, meglio col Matera rispetto alla Reggina. Con noi tutti giocano la partita della vita"
Fra rimpianti e nuove consapevolezze, il Matera è sempre lì: ripartire per un dicembre fondamentale