Futsal

Futura Matera, pirotecnico pareggio contro l'Altamura: arriva un ottimo punto

Redazione TuttoMatera.com
04.03.2019 00:10

Il logo della Futura Matera, foto: Fonte Web

Finisce in parità il match valido per la sesta giornata di ritorno del girone G di serie B tra Futura Matera e Futsal Altamura, ma c’è ugualmente un vincitore: lo spettacolo. Le due squadre hanno offerto un match ricco di goal e belle giocate: alla fine il 6-6 che ne è scaturito è il risultato più giusto, perché nessuno dei due roster ci stava a perdere.

Parte forte l’Altamura andando vicina al vantaggio nei primissimi secondi in due circostanze. La Futura replica subito dopo con le incursioni di Fabiano e Joao Alonso. Passano meno di tre minuti e i padroni di casa sbloccano il risultato su un’azione in transizione impostata da Stigliano che lancia molto bene in profondità Fabiano, il quale serve al centro l’accorrente Contini e per il capitano materano e un gioco da ragazzi bucare la rete avversaria. Sotto nel punteggio gli ospiti cercano l’immediata reazione portandosi con frequenza dalle parti di Belluzzo, dovendo fare i conti oltre che con l’estremo difensore brasiliano, anche con la buonissima organizzazione difensiva dei montoni, che dal canto loro provano a sfruttare le ripartenze veloci con Contini e Fabiano. L’occasione per pareggiare comunque il Futsal Altamura se la procura intorno al 12’ quando il fischietto calabrese Mancuso assegna loro un rigore molto dubbio per un presunto fallo di Mancini ai danni di un avversario. Sul dischetto va Ruben Zafra che si fa neutralizzare la conclusione da un Belluzzo molto reattivo.

Il pareggio ospite è però nell’aria e arriva poco più tardi ad opera di Di Pietro, il match winner della gara di andata. La Futura ci mette un minuto per tornare in vantaggio quando Sua Maestà Stigliano raccoglie un perfetto lancio di capitan Contini, si accentra e di sinistro insacca alle spalle di Carone. Galvanizzati dal nuovo vantaggio I montoni insistono nella manovra offensiva e a novanta secondi dal riposo segnano il terzo goal grazie a Claudio Fabiano che finalizza in maniera vincente una veloce ripartenza. I biancorossi non demordono e con un perfetto possesso di palla riescono ad accorciare le distanze a poco più di venti secondi dalla sirena, grazie a una conclusione da fuori di Rodrigo Garcia che inganna Belluzzo. La Futura torna in campo nella ripresa oltre che con lo stesso Belluzzo, con Contini, Caione, Stigliano e Mancini, mentre l’Altamura si schiera con Carone, Rodrigo Garcia, Lorusso, Di Pietro e Cano.

La squadra di Mascolo parte ancora più aggressiva della prima frazione convinta di poter raggiungere il pareggio. Ci riesce in meno di due minuti grazie a una botta da fuori di Cano. I padroni di casa tardano un po’ ad assorbire il colpo dovendo fronteggiare le incursioni di Lorusso e compagni che in un paio di circostanze chiamano Belluzzo alla grande parata. Tuttavia riescono in un paio di occasioni a giungere dalle parti di Carone peccando di precisione. Gli ospiti appaiono più cinici e più convinti e all’8’ effettuano il sorpasso grazie a Lorusso che prima subisce fallo da Fabiano, ma resta in piedi e l’azione prosegue per il vantaggio con lo stesso Lorusso che chiude alla grande una triangolazione. Subito dopo il goal dei biancorossi, Fabiano rimedia il secondo giallo e finisce anzitempo la sua partita.

Dalla panchina materana viene espulso anche il tecnico in seconda Pasquale Lamacchia per proteste nei confronti del primo arbitro. Ci mette un minuto però la squadra di casa a impattare con Joao Alonso che imbeccato da Perrucci scarica in porte un missile che supera Carone. La Futura capisce che il momento è positivo e insiste con grinta e determinazione alla ricerca dell’attimo propizio per colpire e ci riesce all’11’ quando capitan Contini ruba palla a un avversario, riparte a grande velocità giungendo davanti a Carone e superandolo con un preciso rasoterra. I montoni potrebbero andare sul doppio vantaggio pochi istanti dopo quando Carone è bravo a sventare con i piedi un calcio di punizione di Gammariello.

Il sesto goal arriva però al 13’ ed è un numero di alta scuola che solo un fuoriclasse come Osvaldo Stigliano può tirare fuori dal cilindro. Carone respinge un tentativo di Mancini, la palla s’impenna e Stigliano con una spettacolare sforbiciata insacca facendo letteralmente esplodere la tensostruttura. A quel punto sembra fatta per i montoni che però non hanno fatto i conti con la rabbia degli avversari che a perdere proprio non ci stanno. Adoperando impeccabilmente il quinto uomo alla squadra di mister Mascolo sono sufficienti tre minuti per agguantare nuovamente il pari.

Prima Garcia di testa e poi Lorusso riescono a superare Belluzzo. Nei minuti finali le due squadre insistono con il quinto uomo in tutte le azioni in cui gestiscono la sfera e la grande occasione per siglare il goal della vittoria la crea la Futura con Perrucci che si vede respingere con il volto da Carone il tiro a botta sicura a due passi dalla linea di porta.

Commenti

Serie A, la ventiseiesima giornata - La Juventus rischia ma si prende mezzo scudetto. Corsa Europa e salvezza, davvero tante emozioni. Risultati e classifica
Il Real Team Matera ritrova i tre punti: battuto Guardia Perticara e salvezza ormai in pugno