L'Intervista

Selvaggi: "Matera, conta su di me. Ecco il consiglio che posso dare"

Roberto Chito
19.03.2019 16:20

Franco Selvaggi, foto: Fonte Web

"Sono disposto a dare il mio contributo per quanto riguarda la rinascita del calcio a Matera. Si tratta di un viatico importante perché rappresenta un valore positivo". Sono le parole di Franco Selvaggi, ex giocatore e allenatore dei biancoazzurri, oltre che campione del mondo nel 1982.

L’ex attaccante, nativo di Pomarico, indica quella che dovrebbe essere la via per segnare la rinascita del calcio nella città dei sassi, dicendo: "Ho una lunga esperienza nel mondo del calcio e posso dire che oggi, non si può restare a lungo con una singola persona a capo di una società. Infatti, negli ultimi anni, far calcio nelle categorie più inferiori, che vadano dalla Serie C in giù, è davvero complesso rispetto alla Serie A e B, le quali si basano sui proventi dei diritti tv. A me comunque, piace ricordare il Matera del senatore Salerno che per venticinque anni ha fatto calcio nella nostra città, regalandoci anche la promozione in Serie C".

Per la ripartenza, il concetto fondamentale è quello della programmazione, per far sì che il nuovo progetto possa dare i frutti sperati ed essere duraturo. Parola che usa anche Franco Selvaggi: "Bisogna puntare seriamente sui giovani come stiamo facendo noi della Nazionale Under 16. E infatti, settimana scorsa, hanno esordito in Europa League due nostri ragazzi come Esposito e Merola, in Inter-Eintracht Francoforte".

Commenti

De Ruggieri: "Matera, questi i passi da seguire per la ripartenza"
Under 21, parla Meret: "Europeo, l'obiettivo è arrivare più lontano possibile: lavoriamo per giugno. Felice di essere tornato in azzurro"