Primo Piano

UFFICIALE - Caso Finworld, le motivazioni. Matera: ecco i tempi

Roberto Chito
07.01.2019 15:30

La sede della Figc, foto: Fonte Web

Dieci giorni di tempo per poter regolarizzare la propria posizione. Questo il nesso del comunicato della Corte Federale d’Appello che quest’oggi ha pubblicato le motivazioni inerenti al ricorso accolto da parte del Tribunale Federale Nazionale di dicembre. Dunque, il club di Rosario Lamberti avrà dieci giorni di tempo per poter disporre una nuova fidejussione per sostituire quella attuale.

Si aspettavano le motivazioni della Corte Federale d’Appello che aveva dato ragione a Figc, Viterbese e Rimini contro la decisione del Tribunale Nazionale Federale che aveva annullato la decisione dell’ex commissario straordinario Roberto Fabbricini che era entrato a gamba tesa sul caso Finwrold con una decisione importante: otto punti di penalizzazione e una multa da 350 mila euro per chi non avesse sostituito la fidejussione entro fine settembre. Molti club, fra cui il Matera, allora sotto la presidenza del suo Andrisani-Ripoli, si era affidata al ricorso. I biancoazzurri, alla fine, hanno avuto ragione, vincendo il ricorso e scongiurando i vari pericoli.

A dicembre, però, un nuovo colpo di scena. Infatti, la Figc di Gabriele Gravina, insieme ad alcune società prende in mano questa decisione e decide di fare ricorso. Ancora una volta, tutto viene ribaltato e solamente nella giornata di oggi si è avuta la risposta definita: entro il 17 gennaio, il Matera dovrà sostituire la fidejussione con una valida. La palla, adesso, passa al presidente Rosario Lamberti e al suo staff che devono provvedere a questo problema per evitare tanti altri danni.

Commenti

Pronto un altro addio? Matera, ora puoi perdere il tuo top player
Lamberti su Ricci: "Va all'Avellino? Mi sorge un dubbio: ecco quale"