Tutto Calcio

NAZIONALE - C'è un Girone da concludere alla grande: Mancini mette in guardia i suoi e intanto lancia un'altra Italia. Le probabili formazioni

Redazione TuttoMatera.com
15.10.2019 12:35

Una fase di Italia-Liechtenstein del match d'andata, FOTO: FIGC.IT

Gli obiettivi li ha dati Mancini nella conferenza stampa di ieri: puntare a conquistare i trenta punti, traguardo possibile vincendole tutte, lanciando altri ragazzi che potranno essere utili per il mondiale 2022. L’Italia, dopo aver staccato il pass per Euro 2020 torna in campo. Questa sera, a Vaduz, gli azzurri di Roberto Mancini cercheranno l’ennesima vittoria consecutiva per poter continuare la marcia di avvicinamento al prossimo europeo.

Al contempo, il ct ha deciso di dare spazio a coloro che sono stati convocati e che dunque meritano una chance. E il piccolo Liechtenstein, sembra essere l’avversario giusto per poter fare i primi esperimenti. In verità, nella testa di Mancini qualche dubbio ancora c’è. Perché se da una parte il ct vuole cambiare tutto, dall’altra valuta i possili rischi di questa decisione. In ogni caso, in difesa le non perfetto condizioni di Romagnoli tengono in apprensione Izzo, Acerbi e Bonucci. Scontata la presenza di Mancini in mezzo, come anche quella di Sirigu in porta. Sulle corsie esterne, possibile chance per Di Lorenzo a destra, ma non si esclude una staffetta con Izzo.

Invece, a sinistra ci sarà sicuramente Biraghi. In mezzo al campo, la regia potrebbe essere affidata al giovanissimo Tonali. Insieme a lui, potrebbero esserci Cristante e Zaniolo. In attacco, la punta centrale sarà Belotti che ha il Liechtenstein come vittima preferita. A completare il tridente, ci sarà sicuramente Bernardeschi, oltre a Grifo che in queste ore sembra essere in vantaggio su El Shaarawy. Ma il ct Mancini, in queste ore sta valutando come mettere in campo la sua Italia a Vaduz.

Una cosa però, è sicura: in campo si scenderà per vincere perché c’è un altro obiettivo da raggiungere. E dopo aver raggiungere Euro 2020 con tre partite d’anticipo, vincerle tutte e raggiungere i trenta punti, sarebbe un altro grande segnale, quello definitivo che farebbe dimenticare le amarezze del recente passato.

     

PROBABILI FORMAZIONI

Vaduz, stadio: Rheinpark Stadion, ore 20.45

LIECHTENSTEIN (5-3-2): B. Buchel, Meier, Goppel, Hofer, Kaufmann, Rechsteiner, Sele, Hasler, M. Buchel, Y. Frick, Salanovic. A disposizione: Lo Russo, Maier, Eberle, Frommelt, Yildiz, Brandle, Sehian, N. Frick, Wolfinger, Kardesoglu, Gubser, Ospelt. Allenatore: Kolvidsson.

ITALIA (4-3-3): Sirigu, Di Lorenzo, Mancini, Romagnoli, Biraghi, Zaniolo, Tonali, Cristante, Bernardeschi, Belotti, Grifo. A disposizione: Donnarumma, Gollini, Izzo, Acerbi, Bonucci, Spinazzola, Jorginho, Barella, Tonali, Immobile, El Shaarawy, Insigne. Allenatore: Mancini.

ARBITRO: Treimanis (Lettonia).

ASSISTENTI: Gudermanis-Spasjonnikovs (Lettonia).

QUARTO UOMO: Golubevs (Lettonia).

OLIMPIA MATERA - Parte il tour de force: due match in tre giorni per difendere la vetta
OLIMPIA MATERA - Origlio: "Nardò banco di prova di qualità. Ecco cosa serve per far bene domani"