Sala Stampa

Imbimbo: "Errori gravi ma la squadra ha capito. Cambio modulo? Il motivo"

Roberto Chito
25.09.2018 20:00

Il tecnico Eduardo Imbimbo in conferenza stampa, foto: TuttoMatera.com

"Credo che si possono perdere le partite ma non con certi errori grossolani che ho visto sabato sera a Lentini. Questi errori mi hanno turbato tantissimo e in un prossimo futuro non gli accetterò più, soprattutto perché la squadra ha capito come voglio fare calcio. Avevamo preparato la partita in un certo modo, poi è andata diversamente". Torna a parlare Eduardo Imbimbo, il tecnico biancoazzurro che ha analizzato il ko di Lentini di sabato sera.

Nel pomeriggio, in conferenza stampa, il tecnico irpino ha analizzato cosa non è andato contro i bianconeri: "Il tre a zero ad inizio ripresa, ha davvero compromesso tutto. Avevo già in mente quali cambi effettuare. Alla squadra avevo detto di non fare altre ingenuità. Infatti, nel caso in cui avessimo realizzato un gol, la partita si sarebbe riparta e chissà cosa poteva succedere. Qualcuno però, ha accusato il colpo dopo il due a zero. E infatti, nella ripresa, nell’episodio che ha portato la Sicula Leonzio a realizzare il tre a zero su rigore, c’è stato un altro errore difensivo. La cosa che mi fa stare tranquillo è che gli errori commessi sono elementari. Pertanto, possono essere gestiti dal singolo giocatore. Sono stati troppo gravi e semplicissimi da non ripetere".

Imbimbo, poi, ha anche cambiato modulo. Questo, è stato fatto già nel primo tempo: "A volte, potrei partire anche con uno schieramento diverso. Devo cercare in tutti i modi di sorprendere la squadra avversaria. Poi, le caratteristiche dei giocatori in rosa mi permettono di poter giocare con il trequartista. Ovviamente, i numeri non servono a nulla. È importante l’interpretazione e la volontà della squadra. Se attacchi per tutta la partita e stacchi la spina nel finale, puoi compromettere tutto. Nonostante quello che è accaduto a Lentini mi prendo le mie responsabilità. Tutelerò sempre la squadra che ha capito che non deve commettere più essere di questo tipo".

Non Inter-Fiorentina ma Bisceglie-Casertana sarà la serata di Imbimbo: "Vado al Ventura per studiare una delle prossime avversarie. La Vibonese l’ho già visionata. In questo modo mi porta avanti. Ovviamente, abbiamo cominciato a preparare la sfida contro i rossoblu. Si tratta di una squadra composta da giocatori di qualità e di esperienza in questo campionato. Sabato credo che troveremo una squadra agguerrita, visto che stasera giocando il derby contro il Catanzaro non credo che abbiano molte chance di vittoria".

Su queste prime due giornate di campionato, Imbimbo afferma: "Ripeto un concetto già espresso: l’ultima può vincere contro la prima e viceversa. Non ci sono partite semplici, e il campo può stravolgere tutto. Ci sono squadre sulla carta attrezzatissime ma poi le partite bisogna giocarle. Credo che fino all’ultima giornata ci saranno risultati eclatanti. Non c’è una squadra che può ammazzare il campionato, come per la salvezza, dove ci sono tante componenti che influiscono sulla stagione".

Commenti

Matera, altra grande vittoria al Tfn: rigettati i ricordi di cinque ex
Serie A, l'anticipo della sesta giornata - Inter, ci pensa D'Ambrosio nel finale: Fiorentina ko a San Siro