Tutto Serie C

GIRONE C - Bisceglie, Pochesci si presenta: "Dura restare fuori dopo Caserta, ma qui c'è gente seria. Ecco che tipo di squadra ho in mente"

Redazione TuttoMatera.com
05.10.2019 18:55

Il tecnico Sandro Pochesci, FOTO: FONTE WEB

"Ho pensato molto alla mia decisione sul Bisceglie. Quando si entra in corsa bisogna entrare immediatamente nella testa dei ragazzi, soprattutto nei confronti di chi stava perdendo autostima". Con queste parole Sandro Pochesci si presenta come allenatore del Bisceglie nel giorno della presentazione ufficiale.

L’ARRIVO: "Bisceglie è una piazza calda, in Puglia ci torno con piacere. Va migliorata la classifica, cambieremo la tendenza della squadra in questo campionato difficile. Nessuna squadra parte battuta o vincente. Poi sono le idee che fanno la differenza. Io non vedo l'ora di ricominciare, è stata dura fare a meno del campo".

QUALCHE SASSOLINO: "Dopo l'esperienza di Caserta sono rimasto perplesso: qui ritrovo delle persone serie. Mi ha colpito molto la loro determinazione. Gli 8 punti sin qui raccolti non sono pochi, ma c'è ambizione. Non so se ora il Bisceglie volerà, ma con ci sarà meritocrazia. La squadra deve ritrovare il sorriso".

LA FILOSOFIA: "Gioco per fare sempre un gol in più degli avversari. Le mie partite difficilmente si fermano sullo 0-0. I miei primi attaccanti sono i difensori, i miei primi difensori sono gli attaccanti. Come gioca la squadra è importante, ognuno intende il calcio a modo suo. Se vinci e non c'è gioco va bene, altrimenti capisci che ci sono problemi".

IL GIOCO: "Io voglio la prestazione, la esigo. Le squadre non organizzate alla lunga non arrivano. La squadra al momento è impaurita. Ma il calcio è semplicità. Se la squadra vince ma non gioca bene, me ne vado a casa arrabbiato".

GIRONE C - Reggina, parla Toscano: "Paganese come Ternana o Bari. Il momento? Attenzione alla curve"
GIRONE C - L'anticipo: Cianci illude il Teramo che non la chiude, e Marcheggiani firma la beffa finale