Tutto Calcio

NAZIONALE - Verso Euro 2020: dal rischio del Girone di ferro alla richiesta di chiudere il campionato in anticipo. La situazione

Redazione TuttoMatera.com
19.11.2019 10:32

Il trofeo dell'Europeo, FOTO: FONTE WEB

Dalla gioia per le undici vittorie consecutive, alla preoccupazione per il Girone dell’europeo. Euro 2020 si avvicina, e sabato 30 novembre saranno delineati i sei Gironi di questo europeo itinerante che avrà una formula diversa rispetto agli altri. E così, il rischio maggiore è quello di trovarsi i campioni del Mondo della Francia e i campioni d’Europa del Portogallo nel proprio raggruppamento.

Una beffa? Probabile che sia così. In attesa di capire bene quali saranno le quattro fasce, la cosa certa è che l’Italia sarà nel Girone A ed esordirà a Roma il 14 giugno. Il resto, sarà tutto da scrivere. Però, a prescindere dalle avversarie, gli azzurri avranno sicuramente le proprie carte da giocarsi per disputare questo europeo da protagonisti. Una volta conosciuto il Girone, il ct Mancini deciderà quelle che saranno le due amichevoli di marzo. L’idea è di affidarsi a test probanti.

Poi, si discuterà sulla possibilità di concludere il campionato sette giorni prima, inserendo un turno infrasettimanale fra gennaio e febbraio, per permettere allo stesso Mancini di lavorare al meglio. Il presidente Gravina, ha subito detto che farà di tutto per poter mettere nelle condizioni migliori il ct per preparare al meglio l’appuntamento estivo, che dopo il mancato mondiale è sicuramente atteso da una Nazione intera.

NAZIONALE - Dalle macerie alla ricostruzione: questa Italia è ripartita alla grande. Mancini il protagonista principale della rinascita
RENDE A MATERA - Rende sì, Rende no: un altro stop? Una situazione paradossale davvero adesso