Primo Piano

Caso-fidejussione, domani è il giorno della verità: Matera, ecco la mossa del club biancoazzurro

Roberto Chito
27.09.2018 22:00

La maglia dei biancoazzurri, foto: Fonte Web

Il Matera si gioca la carta del ricorso. Nessuna nuova fidejussione sarà presentata presso la Figc visto il caso che ha coinvolto la Finwrold subito dopo l’iscrizione al campionato dei biancoazzurri. Questa, infatti, è la decisione che è stata presa dal club capeggiato dal presidente Nicola Andrisani dopo che la Figc non ha concesso un’ulteriore proroga per poter permettere alle società coinvolte di trovare una soluzione.

Dunque, il Matera opterà per un ricorso. Il punto che sarà battuto? La motivazione è che la Finwrold non è stata dichiarata fallita ma solamente declassata dalla Banca d’Italia è ancora operativa, e anche se non può emettere nuove fidejussioni, quelle sottoscritte finora sono ancora valide. Da capire poi, come sarà valuto questo ricorso da parte della Figc. Come al Matera, anche altri club faranno la stessa procedura. Al momento, infatti, sono davvero poche le società che hanno presentato una nuova fidejussione. Questi club in difficoltà, si aspettavano un’apertura da parte della Figc per poter andare incontro ad esigenze che al momento coinvolgono un po’ tutti i club.

Il presidente Andrisani, dunque in queste ore si è consultato con i legali del club e ha deciso di battere questa pista. Un caso che sta davvero creando non pochi problemi a queste società che al momento non possono predisporre una nuova fidejussione. Perché quando si cambia garanzia bancaria, la proceduta è molto più complessa. Basterà questo ricorso a scongiurare la multa di 350 mila euro e gli otto punti di penalizzazione? Lo scopriremo in futuro.

Commenti

Guarnone e Mascagni: "Tocca a noi farci trovare pronti sempre"
Serie A, i posticipi della sesta giornata - Milan, altra beffa: solo pari ad Empoli. Sassuolo, il terzo posto è tuo