Primo Piano

Il match - La Reggina dilaga ma il Matera-baby ci mette il cuore

Roberto Chito
26.12.2018 18:00

Una fase di Matera-Reggina, foto: Sandro Veglia

Cosa si può dire a questi ragazzi? Nulla. Assolutamente nulla. Perché pendere loro dalla tavola di Natale, lasciando i parenti, trovando qualche mezzo per raggiungere Matera nel giorno di Santo Stefano, non è cosa da poco. Certo, sapevano che le cose sarebbero andati così. Ma hanno dimostrato di essere davvero pronti, e soprattutto hanno dato una lezione di vita ai loro colleghi più grandi. Per la cronaca, il match finisce 6-0 e ve lo raccontiamo.

Nel primo tempo, i ritmi sono bassissimi. Nemmeno la Reggina riesce ad impattare al meglio la partita, vista anche la situazione. Ovviamente, il pallino del gioco è nelle mani dell’unici di Cevoli che all’8’ si rende pericoloso. Ci pensa Seminara a provare la conclusione dal limite: palla che termina di pochissimo a lato. Sembra essere l’inizio di un tiro al bersaglio, ma così non sarà. Perché la squadra di Danza è organizzata e l’unica cosa che concede è tantissimi calci d’angolo oltre ad applicare al meglio la trappola del fuorigioco. Per ben quattro volte, Sandomenico si vece sventolare in faccia la bandierina dal guardalinee. Il numero 11, però, si riscatta a dieci minuti dalla fine. Suo infatti, il pallone decisivo per Ungaro che è abile a tagliare la difesa biancoazzurra e con un perfetto mancino beffa Fortunato. Ritmi che calano ancora di più, nonostante il Matera tiene molto bene il campo e grossi rischi non ne corre.

Nel secondo tempo, invece, la partita viene subito indirizzata. Al 4’ arriva il raddoppio. È il neo entrato Viola che sfrutta una percussione: Fortunato oppone resistenza ma sulla ribattuta nulla può fare. Il numero 9 è davvero scatenato e poco dopo ci prova ma deve fare i conti con un miracoloso Fortunato che non si arrende. La rivincita, l’attaccante della Reggina, se la prende poco dopo. Al 19’ con un bel assist di Ungaro che trova liberissimo Viola che insacca. Fortunato, fa quel che può, ma l’undici di Cevoli non si ferma. Al 37’ arriva anche il poker. Da corner, è Bonetto a trovare la giusta conclusione. In pieno recupero poi, arrivano le altre due reti. Ci pensa Tulissi, fortunato nell’occasione per il gol arriva dopo un rimpallo. Nel finale, poi, Mastrippolito segnare anche la sesta rete.

Un risultato che non ha senso commentare, né analizzare. Il Matera per una buona mezzora ha tenuto testa ad una Reggina troppo leziosa. Danza, senza aver nemmeno effettuato un solo allenamento con i suoi, è riuscito ad imbrigliare il suo collega Cevoli. Poi, la differenza, sotto tanti punti di vista, alla fine ha fatto il resto. A questa selezione di Berretti-Under 17 non si può davvero dire nulla. A prescindere da tutto, il loro Santo Stefano sarà da ricordare. Non lo sarà affatto, per il Matera che ha vissuto una delle più brutte pagine degli ultimi anni.

    

IL TABELLINO

MATERA-REGGINA 0-6

RETI: al 35’ pt Ungaro (R), al 19’ st Viola (R), al 19’ st Viola (R), al 37’ st Bonetto (R), al 46’ st Tulissi (R), al 48’ st Mastrippolito (R).

MATERA (4-5-1): Forunato, Fiore, D’Andria, Ripanto, Zumpano (dal 1’ st Telesca), Mascioli (dal 27’ st Colasurdo), Papa (dal 39’ st Gorghini), Sarcinella, Basta (dal 34’ st Errico), De Marco, Ahmetaj (dal 39’ st Creanza). A disposizione: Marcangelo. Allenatore: Danza.

REGGINA (4-3-3): Confente, Pogliano, Ciavattini, Solini (dal 27’ st Kirwan), Seminara (dal 1’ st Franchini), Bonetto, Petermann (dal 27’ st Marino), Mastrippolito, Sandomenico (dal 1’ st Tulissi), Tassi (dal 1’ st Viola), Ungaro. A disposizione: Liastro, Coson, Redolfi, Zibert, Salandria. Allenatore: Cevoli.

ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena.

NOTE: Giornata timidamente soleggiata ma fredda sulla Città dei Sassi. Terreno di gioco in buone condizioni. Angoli: 13-0 per la Reggina. Recupero: 2’ primo tempo e 4’ secondo tempo. Spettatori: 500 circa con una trentina dei quali provenienti da Reggio Calabria.

Commenti

LIVE MATCH: Matera-Reggina 0-6: Termina qui! Sconfitta netta per i biancoazzurri. Rivivi il match
Girone C, i match delle 14.30 - Il big match va al Trapani: allungo su Auteri. Esagerata Reggina, play off alle porte. Pareggio al Pinto. I risultati